Words at War: The Ship / From the Land of the Silent People / Prisoner of the Japs

10 fatti su Red Bull Trans-Siberian Extreme che sono difficili da credere

Ti sei mai chiesto quanto dista Mosca da Vladivostok? Ci vogliono 9 ore per volare in aereo, 6 giorni in treno, 115 ore in macchina, se vai senza fermarti o dormire. Quanto tempo ci vuole per percorrere 9.103 km? I ciclisti l'hanno capito per la quarta volta nella Red Bull Trans-Siberian Extreme (RBTSE).

15 tappe - 25 giorni - 8 fusi orari - 5 zone climatiche - 6 corridori - 22 auto - 78 persone, creazione di RBTSE

Red Bull Trans-Siberian Extreme è una gara ciclistica in cui gli sportivi percorrono in velocità la distanza da Mosca a Vladivostok (9103 km). La distanza è suddivisa in 15 tappe, limitate da limiti di tempo. Entro il tempo limite fissato per il passaggio di tappa, il corridore può andare a qualsiasi velocità, fermarsi a mangiare e dormire, ma se supera il limite di ore e minuti, sarà squalificato dalla tappa. Dopo tre squalifiche, il ciclista smette di partecipare alla gara.

Quest'anno si sono battuti per la vittoria il tedesco Pierre Bischoff, il danese Mikael Knudsen, il brasiliano Marcelo Florentino Soares, il russo Vladimir Gusev, lo spagnolo Patricio Douce e l'indiano Amit Samart. I primi due hanno già partecipato alla gara lo scorso anno e Soares ha guidato RBTSE per la terza volta!

Inizia giorno e notte, combattendo vento, rovesci e sole, combattendo con noi stessi e l'avversario - abbiamo guardato tutto questo per tutto il tempo 3,5 settimane. E ora il vincitore era determinato: Pierre Bischoff ha percorso 9103 km in 315 ore e 45 minuti e 26 secondi. Ma cosa dicono questi numeri? È molto o poco? Abbiamo già parlato di come confrontare la vita ordinaria con le ore trascorse in sella a una bicicletta.

10 fatti su Red Bull Trans-Siberian Extreme che sono difficili da credere

Confronta l'incomparabile. 10 curiosità dal mondo dell'ultramarphone stradale

3 ore per dormire, 24 giorni al tanto amato traguardo e 9221 km in arrivo. Infografiche della Red Bull Trans-Siberian Extreme.

E per capire gli atleti che hanno resistito eroicamente alla prova della Russia e per sentire l'atmosfera della gara, controlla le carte del Red Bull Trans-Siberian Extreme 2018.

È affascinante guardare una competizione così imponente. Ogni volta, vedendo le facce degli atleti all'arrivo, ci si interroga su di che pasta sono fatte queste persone che, dopo aver percorso più di 1000 km, continuano a sorridere e scherzare. E anche se davanti alla telecamera sembrano persone abbastanza normali, come lo erano prima della partenza a Mosca, alla fine della gara sull'isola Russky a Vladivostok, i cambiamenti erano visibili agli occhi di tutti: i cinque arrivati ​​non si sono limitati a rotolare in tutte queste migliaia di chilometri, sono cresciuti moralmente e hanno temperato il carattere .

Messaggio precedente Prospettiva in prima persona: come superare la corsa ad ostacoli più dura in Russia?
Post successivo Katya Shengelia: Non ci sono limiti di età per lo skateboard