90-60-90 non sono più in voga. Come appare la figura perfetta oggi

Merlin Monroe, Twiggy, Cindy Crawford: gli standard di bellezza sono cambiati molte volte negli ultimi cento anni. C'era una volta le ragazze che indossavano corsetti per ottenere l'amata clessidra, sperimentavano diete per amore dell'eroina chic, scomparivano nelle palestre per ottenere una figura sportiva e in forma. E per cosa si sforza il gentil sesso oggi? Ecco alcuni dei numeri che hanno sostituito il leggendario 90-60-90.

90-60-90 non sono più in voga. Come appare la figura perfetta oggi

Senza cena e colazione: la dieta dura di Naomi Campbell che non tramonta mai

Allo stesso tempo, la top model non muore di fame per avere 50 anni.

Clessidra, snellezza e muscoli: come è cambiata l'immagine della donna ideale

A metà del secolo scorso, è iniziata l'era delle pin-up e le ragazze formose e formose sono diventate di moda. Una figura con un magnifico petto e fianchi con una vita decisamente stretta era considerata l'ideale. Negli anni '50, Merlin Monroe divenne un modello di comportamento con i parametri 96-58-96.

Negli anni '60, il culto della clessidra continuò, ma divenne meno pronunciato. Monroe è stata sostituita da Brigitte Bordeaux. Anche se possedeva una figura eccezionale, era più magra e fragile.

Insieme alla rivoluzione sessuale degli anni '70, arrivò una tendenza alla snellezza. Famose case di moda iniziarono a produrre abiti unisex, le modelle sulle passerelle si assottigliarono ei confini tra i sessi si fecero più sfumati. Twiggy divenne una figura di culto di questo tempo.

Nel decennio successivo, la bilancia si è drasticamente spostata di lato sport - Pilates e fitness, costumi da bagno luminosi e leggings sono diventati di moda. Una figura forte e tonica con muscoli prominenti, spalle larghe e muscoli gonfiati era considerata bellissima.

90-60-90 non sono più in voga. Come appare la figura perfetta oggi

La dieta reale: qual è il segreto della vita da vespa di Kate Middleton ?

La duchessa non segue regole molto rigide, ma a 38 anni ha un bell'aspetto anche dopo la nascita di tre figli.

L'epoca delle top model arriva negli anni '90. Cindy Crawford, Naomi Campbell, Linda Evangelista sembrano aver raccolto il meglio di ogni epoca. Le ideali sono quelle 90-60-90 con un'altezza di 175 cm Si presume che le ragazze debbano essere alte e con le gambe lunghe, snelle, ma con forme spiccate. Un ideale così sfuggente è stato radicato nella coscienza pubblica e sulle copertine di riviste patinate per molti anni.

Gambe come Kendall, sedere come Kim: moderni standard di bellezza

Due tendenze principali sono cambiate nel nuovo millennio. All'inizio, le ragazze di tutto il mondo si sono sforzate di esagerare nella magrezza e nell'armonia, cercando di imitare modelli e manichini famosi. KulNatalia Vodianova, Gemma Ward, Coco Rocha sono diventate le figure principali degli anni 2000.

90-60-90 non sono più in voga. Come appare la figura perfetta oggi

Parametri ideali anche a 49 anni: come Claudia Schiffer si mantiene in forma

Con l'età la top model tedesca non perde la presa, ma si adatta solo più responsabile alla tua salute.

Tuttavia, ora il corso è cambiato di nuovo. Con la popolarità di Kim Kardashian, le pin-up sinuose sono tornate di moda, solo ancora più esagerate: i seni grandi, i fianchi e la vita estremamente stretta sono esagerati. Oggi, il focus è sulla parte inferiore del corpo. In questo caso, la figura non dovrebbe essere solo voluminosa, ma in forma ed elastica. Jennifer Lopez, Beyonce, Rihanna - le ragazze stanno lottando per queste forme oggi.

In generale , puoi notare la tendenza per una varietà di forme. Negli ultimi anni si parla sempre più di positività del corpo e di bellezza del corpo in quanto tale. Oggi, sulle passerelle, puoi vedere modelli classici degli anni 2000 e ideali in tutto gli angeli di Victoria's Secret e le ragazze taglie forti. I confini dell'ideale si stanno gradualmente espandendo.

Messaggio precedente Batman ritorna: come appare Ben Affleck ora
Post successivo Volontà di ferro: atleti che sono tornati allo sport professionistico dopo un infortunio