Hai ANSIA COSTANTE? Questi ESERCIZI FISICI ti possono aiutare!

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Nel ritmo elevato della vita, siamo abituati a lasciare la nostra zona di comfort quasi ogni giorno e ad affrontare situazioni nervose. Sembrerebbe che con l'avvento della quarantena avrebbero dovuto diminuire, ma tutto è andato diversamente. Una permanenza di 24 ore tra quattro mura, l'interazione continua con i membri della famiglia, l'assenza di una linea tra lavoro a distanza e riposo: tutto questo può essere attribuito a evidenti fattori di stress che si sovrappongono l'uno sull'altro. E insieme a loro, nella nostra testa si accumulano pensieri inutili, spesso negativi.

La meditazione è un ottimo modo per sbarazzarsene e spezzare il circolo vizioso della tensione. Ma i vantaggi delle pratiche orientali non finiscono qui. Insieme a preparatore atletico, triatleta e maratoneta Vladimir Lepesa , ti racconteremo come possono essere utili nella vita di tutti i giorni.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Come meditare correttamente: una guida per principianti

Le pratiche ti aiuteranno a rilassarti, a riprenderti dall'allenamento e a trovare gioia nelle piccole cose.

Cos'è la meditazione e perché ne abbiamo bisogno?

Spesso ci imbattiamo nell'opinione che la meditazione sia un'attività molto specifica di cui hanno bisogno solo gli yogi e coloro che sono seriamente interessati alle pratiche spirituali. In effetti, la meditazione è stata a lungo trasformata da una direzione altamente morale della cultura orientale in un'attività conveniente e pratica alla portata di tutti. È assolutamente necessario per tutte le persone, specialmente quelle in autoisolamento.

Vladimir: la meditazione è osservare te stesso e i tuoi pensieri. Questa è un'esperienza cosciente di loro, la capacità di separarsi dalla componente emotiva e non identificarsi con i propri pensieri. Pertanto, in condizioni di stress cronico e tutte le persone che vivono in una metropoli sono in loro, questa pratica è molto importante. Ci aiuta per un po ', in termini semplici, a dare riposo al nostro cervello. Ferma lo sfondo di pensiero che genera. Oppure puoi disidentificarti con questo sfondo e guardarlo. Aiuta a rilassarsi, concentrarsi, migliorare la concentrazione e l'attenzione, rilassare il sistema nervoso, ti permette di calmarti e concentrarti.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Foto: istockphoto.com

Benefici delle pratiche per il corpo e lo stato mentale

Durante la pratica, il corpo si rilassa completamente, ma allo stesso tempo in esso vengono avviati molti processi che influiscono sul fisico e mentale condizione umana, e influenzano anche la figura. Scopriamo cosa fa la meditazione al nostro corpo a un livello profondo.

Influenza l'attività cerebrale e migliora lo stato mentale

La meditazione ha un effetto positivo sul cervello. Numerosi studi hanno dimostrato che l'amigdala, responsabile delle risposte emotive, si riduce notevolmente con la pratica. Ciò porta al fatto che una persona diventa più equilibrata e meno sensibile agli stimoli dall'esternoambiente.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Come mantenere un buon umore quando tutto intorno è stressante?

Diversi modi per resistere al generale panico.

Inoltre, la meditazione aiuta a lasciar andare più facilmente paure, dolore e risentimento, stimola l'attività cerebrale, aumenta la concentrazione e l'attenzione. E dopo la pratica, entrambi gli emisferi del cervello iniziano a funzionare in modo equilibrato: questo porta ordine nella tua vita.

Sviluppa l'immaginazione e la capacità di visualizzare

Questo è, ancora, lavoro equilibrato di diverse aree del cervello. È generalmente accettato che le persone con una mentalità analitica e logica siano dominate dall'emisfero sinistro e, tra le persone creative, quello destro. Ma le pratiche spirituali possono anche essere classificate come quelle dell'emisfero destro: sviluppano l'immaginazione e la capacità di visualizzare. Pertanto, è del tutto possibile che una persona precedentemente lontana dall'arte risvegli il suo potenziale creativo.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Lo yoga alla fine del mondo. Le sorprendenti asana della travel blogger Aniko

Gli elementi più difficili in diverse parti del mondo. È mozzafiato.

Guarisci il corpo dall'interno

Alcuni studi hanno dimostrato che le persone che dedicano almeno 15 minuti al giorno alla meditazione , aumento del tono del nervo vago che collega il cuore e il cervello. Allo stesso tempo, il livello di cortisolo, l'ormone dello stress, è diminuito nel corpo. Questi due fenomeni si combinano per ridurre il rischio di ictus e infarto. Inoltre, le pratiche orientali abbassano i livelli di zucchero nel sangue, che è benefico per i diabetici, rafforza l'immunità e rallenta il processo di invecchiamento nel corpo.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Foto: istockphoto.com

Aiuta a sentirsi meglio con gli altri

La meditazione non è contemplazione senza scopo di un punto astratto nello spazio. Durante la pratica, l'attenzione dovrebbe essere diretta dentro di te. E quelle persone che dedicano abbastanza tempo allo studio della propria natura iniziano a capire e sentire meglio chi li circonda.

Allevia il brivido del dolore

Poiché le pratiche influenzano processi cerebrali e stato mentale, insegnano come generare in modo indipendente emozioni positive, nonché sbarazzarsi o indebolire quelle negative. Sorprendentemente, quando le persone con dolore cronico sono state introdotte alle capacità di meditazione, hanno imparato ad affrontare il disagio con più calma, o hanno persino notato una diminuzione della loro gravità.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Il metodo giapponese Fukutsuji: un semplice esercizio con l'asciugamano che può aiutarti a perdere peso

Una vita sottile sarà un bonus per una bella postura.

Aiuta a perdere peso

La perdita di peso è continuamente associata al metabolismo. Lo stress è un enorme ostacolo al corretto funzionamento del corpo e uno stato nervoso costante può portare a una seriepeso. Pertanto, per accelerare il metabolismo, è importante imparare a rilassarsi, cosa che la meditazione aiuterà ad affrontare. Le pratiche hanno anche un effetto positivo sulla qualità del sonno, che è estremamente importante nel percorso verso un corpo perfetto.

Contro la tensione e lo stress: perché praticare la meditazione

Foto: istockphoto.com

Qual è il momento migliore per meditare?

Le pratiche di meditazione sono diverse, ma per le persone con uno stile di vita attivo, sono molto spesso un modo per rilassarsi, riprendersi e liberarsi di pensieri inutili. Pertanto, il nostro esperto consiglia di meditare quando sia il cervello che il corpo saranno più pronti per questo, immediatamente dopo il risveglio o prima di andare a letto.

Vladimir: è meglio esercitarsi dopo risveglio quando il cervello è ancora rilassato ed è nello stato borderline tra sonno e veglia. Questa pratica è la migliore per sostituire la nostra solita abitudine di andare a gadget, social network, leggere lettere al mattino. Questo è ciò che devi fare prima di iniziare a comunicare con il mondo esterno. Cioè, fare meditazione in modo che il nostro cervello arrivi a uno stato pacifico e sia protetto da tutti i pensieri che lo attraverseranno. In modo che possiamo capire che non tutti i pensieri che sono nella nostra testa dovrebbero essere presi sul serio e identificati con essi. Oppure la pratica può essere eseguita prima di coricarsi per rilassare il sistema nervoso per addormentarsi meglio, disconnettersi da tutti i processi lavorativi e dare al corpo e al cervello un riposo di qualità.

Usa questa tecnica respiratoria per ridurre lo stress | Filippo Ongaro

Messaggio precedente Senza diete e sciopero della fame: 11 regole nutrizionali di Vera Brezhneva
Post successivo Motivazione non stop: 10 atleti di casa che ci hanno ispirato