IFOD & CUPOLONE PHOTOGRAPHY CLUB VIRGILIO BARDOSSI PHOTO SHOW

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Per il secondo anno consecutivo, Mosca ospita un torneo di calcio tra le squadre delle università di Mosca: la Student Champions Cup.

Un totale di 120 squadre di varie università di Mosca si sono registrate al torneo. di cui 9 donne. Le migliori squadre della Student Cup dell'anno scorso sono arrivate ai playoff 1/16. Il resto è stato diviso in gruppi di tre squadre ciascuno. Solo una squadra ha lasciato il gruppo.

Non molto tempo fa si è svolta la finale del torneo, dove si sono affrontate le squadre del MIREA e dell'Università pedagogica statale di Mosca. Una squadra del MIREA è diventata la vincitrice dell'SKC-2018.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto: Student Champions Cup

Il campionato ha parlato con il vincitore del torneo Student Cup of Champions, nonché l'allenatore della squadra MIREA Alexey Menshenin e ha scoperto come si forma la composizione della squadra nazionale dell'università, quali sono le restrizioni nel calcio studentesco, chi nomina l'allenatore della squadra e come gli allenamenti sono spesso tenuti con studenti calciatori. Aleksey ha solo 23 anni e da quattro allena la nazionale della sua università, quindi conosce in prima persona gli aspetti più importanti del calcio studentesco.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto: Coppa dei Campioni degli studenti

La squadra nazionale dell'università e del club professionistico

Prima di tutto, è importante notare che nel calcio studentesco, come nel calcio professionistico, un giocatore può giocare per la squadra nazionale della sua università e il club. Tuttavia, a differenza del calcio professionistico, dove le partite della squadra nazionale e del club non si svolgono nello stesso giorno, nel football universitario possono coincidere. Pertanto, alcuni giocatori che già giocano in un club professionistico spesso non sono in grado di giocare per la squadra nazionale della loro università.

Alexey Menshenin : Quando avevo 2-3 anni, giocavo in la terza divisione e si è formato lì. Ora abbiamo diversi giocatori che hanno anche contratti da professionista. Uno anche il capitano delle giovanili della Lokomotiv. Un altro studente gioca nella terza divisione. Abbiamo anche un calciatore della squadra giovanile russa. Ovviamente spesso non giocano per la squadra nazionale dell'università, ma quando c'è una partita importante possono venire a sostenerci.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto : Student Champions Cup

Come è formata la rosa per la stagione?

La rosa per la stagione è scelta dall'allenatore della squadra. Oltre a lui, alla selezione possono partecipare il capitano della squadra, oltre ad alcuni giocatori esperti della prima squadra.

Ora ho 23 anni, ed è così che da quattro anni sono l'allenatore della squadra MIREA. Il nostro allenatore è stato licenziato e lentamente tutto è stato trasferito a me. Pertanto, sono io a condurre l'allenamento e la selezione dei giocatori per la squadra. Invito alla selezione anche ragazzi esperti del team, che possono condividere le loro opinioni. Insieme a loro selezioniamo le persone fino a formulare la formazione alla fine.

La selezione dei giocatori per la squadra si tiene a settembre, all'inizio dell'anno accademico.
Ogni volta che tutti vengono alla selezione.Più persone, l'ultima volta sono arrivate 180.

Come entrare nella squadra?

Ovviamente, il livello di gioco è un aspetto importante quando si sceglie un giocatore per una squadra.

Primo A turno, selezioniamo i ragazzi che sono adatti in termini di livello, quindi in aspetti aggiuntivi. Ad esempio, chi veniva da una scuola sportiva, scopriamo la sua posizione. Ci sono anche tornei interni all'università. Guardiamo i ragazzi lì, e se qualcuno non si è qualificato per la prima volta, può provare a qualificarsi di nuovo.

Nel football universitario, è importante scegliere la squadra giusta per l'intera stagione. Va tenuto presente che i giocatori, oltre all'allenamento, devono frequentare le lezioni. Inoltre, durante la sessione si svolgono alcuni tornei studenteschi, il che complica il compito dell'allenatore. Pertanto, semplicemente non possono venire a nessuna partita importante.

Non molti ragazzi possono assistere a tutte le partite della stagione: alcuni per i loro studi, altri per il lavoro. Certo, abbiamo giocatori che possono venire a tutte le partite e quelli che 2-3 volte quando la squadra ha bisogno di aiuto. Ad esempio, abbiamo cinque portieri nella squadra nazionale. È successo che non c'erano abbastanza giocatori e ne abbiamo rilasciato uno come giocatore sul campo. Pertanto, la specificità del calcio studentesco sta nella selezione della squadra ottimale per l'intera stagione, perché molti hanno test e lavoro. A questo proposito, qui è più difficile che nel calcio professionistico.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto: Student Champions Cup

Restrizioni nel calcio studentesco

La composizione della squadra studentesca cambia una volta all'anno, poiché è necessario trovare sostituti per gli studenti che si sono laureati all'università. Inoltre, gli studenti possono giocare per una squadra solo fino a 25 anni.

Se una persona è ammessa, secondo il regolamento non può giocare. Certo, tutto dipende dai regolamenti, ma giocano soprattutto i giocatori a tempo pieno. Possono giocare anche scapoli e laureandi, ma fino a 25 anni. Ad esempio, non puoi giocare a basket se non hai superato la sessione.

Quante persone puoi scegliere per la stagione?

È importante tenere conto del regolamento del torneo stesso, a cui parteciperà la nazionale, perché ogni le competizioni hanno le loro regole, che indicano il numero massimo di giocatori.

Ad esempio, per i giochi sportivi studenteschi di Mosca, puoi fare domanda per 50 persone, ma questo è raro. Impieghiamo circa 30-40 persone.

Chi nomina l'allenatore della nazionale?

La nomina di un capo allenatore in ogni università è diversa. Tutto dipende da quanto l'amministrazione e gli studenti sono interessati allo sviluppo del calcio nel loro istituto. Nelle università dove la struttura funziona correttamente, il coach è nominato dalla direzione. L'allenatore della nazionale può essere nominato dal capo del dipartimento di educazione fisica. Alcune università invitano un formatore professionista. A volte nominano solo un insegnante che capisce il calcio.

Ad esempio, sono stato nominato dal nostro ex capitano. All'inizio mi sono state affidate funzioni amministrative (domande, documentazione, comunicazione con l'amministrazione universitaria), poi sono diventato allenatore.
Captain comAndas, come nel calcio professionistico, sono nominati dall'allenatore.
La scelta di un capitano è compito di un allenatore di squadra. I capitani sono generalmente nominati dal voto generale. Lo abbiamo nominato, io ho scelto il più esperto.

Allenamenti: quanto spesso si svolgono?

Ogni squadra ha una sessione di allenamento diversa. Tuttavia, in media, ogni squadra si allena almeno 1-2 volte a settimana.

Noi, ad esempio, organizziamo due allenamenti di calcio a settimana in estate. In primavera e in autunno si gioca a calcio per strada. In inverno, proviamo anche ad allenarci una o due volte alla settimana.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto: Student Champions Cup

Le squadre studentesche sono divise in due categorie: quelle che hanno i propri campi e quelle che devono noleggiarli.

Abbiamo una base che è stata costruita due anni fa, e per le partite affittiamo un campo da CSKA. Quasi l'80% delle università lo fa perché non ha i propri campi. La nostra università ha anche una palestra e una piscina accessibili.

Tuttavia, possono sorgere problemi con l'allenamento, perché molti giocatori di calcio giocano nelle scuole di sport. Dopo la laurea, tali giocatori di solito passano al campionato di Mosca (terza-quarta divisione). Nei club professionistici, il carico è, ovviamente, di più e si allena ogni giorno. Per questo molti giocatori non hanno tempo, inoltre l'intera squadra risulta essere di diversi livelli.

Abbiamo un accordo con alcuni. Se hanno un club e ci alleniamo lo stesso giorno, possono andare al club. Ma quando ci sono gli allenamenti e abbiamo un gioco, allora a noi. In altri paesi, ad esempio, gli sport universitari sono già considerati la serie inferiore, da lì un giocatore può diventare immediatamente un calciatore professionista. Sfortunatamente, dobbiamo combinarli.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto: Student Champions Cup

In che modo le università aiutano gli studenti di calcio?

L'università deve fornire agli studenti l'attrezzatura necessaria per i giochi, i palloni. Inoltre, alcune università hanno un sistema per incoraggiare gli studenti atleti. Ad esempio, se uno studente che gioca per una squadra universitaria chiude la sessione senza tre voti, può ricevere una borsa di studio maggiorata.

Ad esempio, il nostro dipartimento di assistenza sociale è interessato allo sviluppo degli sport universitari. Lavoriamo a stretto contatto con loro. Ogni anno ci comprano divise e balli. Aiuta anche la società sportiva studentesca, rappresenta gli interessi della nazionale.

Oltre ai giocatori, le nazionali delle università hanno anche i propri manager che aiutano la squadra: organizzano eventi, mantengono le pagine ufficiali della nazionale sui social network. E non è necessario che sia guidato dai giocatori stessi, spesso sono studenti che amano solo lo sport.

Tornei di calcio studentesco

Durante la stagione ci sono gare di calcetto e calcio. Cioè, i giocatori giocano un'intera stagione: grande calcio - 13 partite; mini-calcio - circa 19.

Fondamentalmente, ovviamente, due tornei, ma in parallelo potrebbero sorgere altri. Si scopre che il carico di lavoro è 1-2 partite a settimana. Ci sono anche gare studentesche tradizionali. Ad esempio, la Student Champions Cup, che è già stata organizzata da Nike per il secondo anno. L'abbiamo appena vinto quest'anno. Poi ci sono diverse competizioni vicine a quelle studentesche, sono organizzate per club.

Un altro calcio: senza milioni di tasse, con occhi ardenti e progetti per il futuro

Foto: Student Champions Cup

Difficoltà sportive universitarie:

  • Adattamento. Quando vieni in squadra, devi capire che il calcio qui è già un adulto. Con te, ci possono essere persone nel team che hanno 5-6 anni più di te, avranno più esperienza. È importante ricostruire.
  • Organizzazione. La partita può essere programmata per le tre del pomeriggio e le coppie possono avere fino alle 18:00. Inoltre, la frequenza è strettamente regolamentata in molte università.
  • Formazione. Per le squadre che hanno un contratto di locazione per un anno o il proprio campo, è più facile, perché non hanno bisogno di pensare al luogo della formazione. Se non hai un tuo campo, devi affittarlo. Ci sono varie sovrapposizioni, ad esempio, se l'allenamento è alle sei, allora molti devono andare dall'altra parte di Mosca dopo un paio.

Marco Casamonti - Forum AGC Architettura in Vetro

Messaggio precedente Cose del passato: cosa indossavano negli anni '80 e '90
Post successivo La partita è sul naso: i baffi di Cherchesov porteranno oggi la vittoria in Nazionale?