CORRERE AL CALDO [5 Consigli di Fuoco]

Eliud Kipchoge. Perché è una leggenda, anche se il suo record non conta?

Oggi, 12 ottobre, si è svolto a Vienna un evento storico. Il corridore keniota Eliud Kipchoge, nell'ambito del programma Ineos 1:59, è riuscito al secondo tentativo di raggiungere il caro obiettivo della sua vita: superare la barriera di due ore della distanza della maratona di 42,2 km.

Eliud Kipchoge è stato il primo al mondo a esaurirsi maratona di due ore

Chi è Eliud Kipchoge?

Il leggendario atleta di 34 anni è nato nel piccolo villaggio di Kapsisyava in Kenya. Negli ultimi tempi questo Paese è diventato una vera e propria officina per la produzione di atleti che stanno conquistando posizioni di rilievo nelle competizioni mondiali. Eliud è il più giovane di cinque figli cresciuti senza padre. Kipchoge era sempre fiducioso di poter ottenere risultati incredibili nella sua carriera.

Fin da piccolo, il keniota ha iniziato a dedicarsi al jogging.

Ogni giorno il giovane doveva correre tre chilometri da casa a scuola. In seguito, Eliud iniziò a correre al centro regionale, consegnando bottiglie di latte al mercato. Tutti questi allenamenti quotidiani, ovviamente, hanno influenzato la forma atletica di Kipchoge e all'età di 16 anni si è trasformato in un eccellente corridore. Il keniota sapeva bene che era impossibile fermarsi lì, così iniziò a pensare a una carriera professionale come atleta.

Eliud Kipchoge. Perché è una leggenda, anche se il suo record non conta?

The Way to Happiness: Where to Go Atleti africani per una vita dignitosa

Quanti di loro stanno cercando di sfuggire alla povertà.

Qual è la motivazione?

Indubbiamente, ogni atleta ha il suo idolo, guardando i risultati del quale, tu stesso alzi il tuo livello. Eliud Kipchoge non ha fatto eccezione. Una grande ispirazione per lui è stata Patrick Sang, un corridore keniota. Patrick si è trasferito negli Stati Uniti, dove si è laureato in una prestigiosa università e ha vinto una medaglia ai Giochi Olimpici. L'atleta è tornato nel suo paese d'origine e ha iniziato a impegnarsi nello sviluppo degli sport giovanili.

Nel 2001, a una competizione, un magro giovane keniota gli si avvicinò e gli chiese un programma di allenamento. Questo giovane era Eliud Kipchoge. Il futuro detentore del record mondiale ha vinto la gara regionale pochi mesi dopo, cosa che ha attirato l'attenzione di Sang.

Il giovane corridore non aveva nemmeno un orologio sportivo, quindi l'allenatore gli ha presentato il suo Timex e ha iniziato a preparare Kipchoge per entrare nell'arena internazionale.

Da quel momento in poi, Eliud si è allenato duramente e nel 2003 ha già vinto la sua prima grande vittoria al i Campionati mondiali di sci di fondo IAAF. Lì non solo ha vinto l'oro nella categoria giovanile, ma ha anche stabilito un nuovo record mondiale a una distanza di 5000 metri.

La lista dei successi del keniano è aumentata in modo esponenziale, e al momento Kipchoge è uno dei maratoneti più titolati del pianeta: medaglia olimpica 2004 e 2008 5000 metri, attuale detentore del record mondiale nella maratona (2:01:39) e quattro volte vincitore della Maratona di Londra con il secondo miglior tempo nella storia.

Vittoria di Berlino con i lacci sciolti

Un incidente interessante è accaduto con un atleta alla Maratona di Berlino 2015. Inizialmente la gara stava andando bene, Eliud era in testa ed è corso al traguardo. Tuttavia, alla fine della gara, i suoi lacci erano slacciati, tutta la soletta era coperta di sangue, ma il corridore è comunque arrivato per primo e ha stabilito un record personale.

Eliud Kipchoge. Perché è una leggenda, anche se il suo record non conta?

Vittoria a Berlino: Eliud Kipchoge ha stabilito un nuovo record di maratona

E continuerà a lottare per un risultato irraggiungibile: correre una maratona in meno di due ore.

L'allenamento del campione

Come sappiamo, un grande successo arriva sempre con molto lavoro. Quando il keniota ha deciso per la prima volta di dedicare la sua vita allo sport, ha iniziato a scrivere ogni suo allenamento su un taccuino. Ora ha a disposizione 15 taccuini, uno per ogni anno della sua carriera professionale. Kipchoge non si lascia mai viziare, motivo per cui il piano di allenamento del maratoneta sembra impressionante:

  • Eliud si sveglia alle cinque del mattino e va subito a correre.
  • Tutti gli allenamenti Kipchoge si svolgono a un'altitudine di 2000 me oltre.
  • L'atleta preferisce correre esclusivamente su strade sterrate, sempre fangose ​​e appiccicose.
  • I binari su cui scorre Kipchoge sono molto solidi e hanno un alto livello di rigidità.
  • Kipchoge corre gare molto lunghe e veloci chiamate tempi. Spesso portano a lesioni e influenzano negativamente il corpo dell'atleta.

Va ​​notato che Eliud non dà mai più di 80 in formazione % del suo reale potenziale. Il massimo che puoi spremergli a intervalli o lunghi incroci è del 90%.

Pertanto, se vuoi vedere tutta la forza del campione keniota, acquista i biglietti per la prossima competizione.

Forza in pensieri

È certamente difficile discutere con lui. Il keniota è un grande filosofo e ispiratore. Ecco alcune sue citazioni:

  • Coloro che aderiscono alla disciplina sono liberi. Se sei indisciplinato, diventi schiavo del tuo umore e delle tue passioni.
  • Il momento migliore per piantare un albero era 25 anni fa. Un altro momento migliore è adesso.
  • Non si tratta delle tue gambe, sono il tuo cuore e la tua mente che contano.

Inoltre, i gusti letterari di Kipchoge sono semplicemente sorprendenti. Si va da Aristotele a biografie sportive e libri di autoaiuto. Uno dei suoi libri preferiti è Seven Habits of Highly Effective People di Stephen Covey. Eliud preferisce leggere in biblioteca e tiene anche un taccuino vicino a sé per gli appunti. Ricordo meglio quando lo scrivoSto mettendo qualcosa su carta, spiega Eliud.

Tentativo di stabilire un record non riuscito

Nel 2017, nella città italiana di Monza, Eliud Kipchoge ha provato per la prima volta non solo a battere il proprio record mondiale, ma anche a rimanere senza 2 ore. Nike ha organizzato il progetto Breaking2 per aiutare l'atleta a completare l'attività. Il keniota ha corso accompagnato da 30 pacer, corridori che hanno fissato il ritmo sulle medie e lunghe distanze. Con lui hanno preso parte alla gara gli atleti Zersenai Tadese e Lelisa Desisa. Kipchoge ha sconfitto i suoi avversari senza problemi e ha migliorato il suo risultato, chiudendo con il tempo di 2:00:25. Eppure, il primo tentativo di superare la barriera delle due ore non ha avuto successo.

Eliud Kipchoge. Perché è una leggenda, anche se il suo record non conta?

Eliud Kipchoge: potrebbe presto correre una maratona più veloce che in 2 ore

Alcuni fatti interessanti dalla biografia di un maratoneta: come un ragazzo di una povera famiglia keniota è diventato un corridore di livello mondiale.

Momento storico alla sfida Ineos 1:59

Il momento della verità è arrivato nel Parco Prater di Vienna: proprio questo luogo è entrato nella storia dello sport mondiale. Il progetto Ineos 1:59 Challenge è stato finanziato da Jim Ratcliffe, un uomo d'affari britannico e proprietario della compagnia petrolchimica Ineos. È interessante notare che la maratona è stata organizzata esclusivamente per raggiungere l'obiettivo di Kipchoge: 42,2 km in 1:59.

Inizialmente, la gara era prevista a Londra, ma è stata scelta Vienna ed ecco perché:

  • La pista è protetta dal vento dagli alberi.
  • La distanza è disponibile per gli spettatori.
  • Tempo ideale per una maratona: 10 gradi e poca umidità.
  • La differenza tra i fusi orari è ridotta al minimo, con solo un'ora tra Vienna e il campo di addestramento del Kenya.

Ovviamente Eliud Kipchoge in quel momento era sotto la massima pressione, ma l'atleta era sicuro che questa volta sarebbe andato tutto bene. A sostegno della prossima gara, gli organizzatori hanno persino rilasciato un browser game Porta Kipchoge al traguardo, dove è necessario utilizzare la barra spaziatrice o toccare lo schermo del telefono per mantenere una velocità del corridore adeguata per il record. Nelle sue numerose interviste, il keniota ha affermato che è stata svolta un'enorme mole di lavoro con i nutrizionisti e gli allenatori che hanno aiutato il maratoneta a prepararsi per la gara. Il mondo intero attendeva in soggezione il segnale di inizio. Per Ineos 1:59 Challenge, gli spettatori hanno guardato con entusiasmo in televisione e trasmissioni Internet.

Tuttavia, questo risultato non sarà considerato un record ufficiale, poiché la maratona non si è svolta sotto gli auspici della International Association of Athletics Federations (IAAF).

Lasciandosi il traguardo alle spalle, Eliud Kipchoge ha fatto l'impossibile. Risultato Kenile uova erano 1 ora 59 minuti e 40 secondi. Ora posso dire a tutti che le capacità umane sono illimitate, - con queste parole il maratoneta ha commentato la sua vittoria. Ha dimostrato che qualsiasi sogno può diventare realtà, devi solo fare uno sforzo.

Eliud Kipchoge. Perché è una leggenda, anche se il suo record non conta?

La mia prima maratona: 20 settimane per prepararmi

Piano di allenamento per la preparazione di 42 km 195 m.

The Story of Handball Great Didier Dinart | Legends Live On

Messaggio precedente Maratona di Chicago 2019. Perché questa gara è chiamata leggendaria?
Post successivo È ora di riscaldarsi. Cosa indossare per una corsa in autunno?