Primo inizio come primo figlio. Fallo con attenzione Tukituk parla di triathlon

Il campionato, insieme a IRONSTAR, il principale organizzatore di partenze di triathlon in Russia, ha lanciato un progetto speciale # 226 domande .

Questo è il primo programma YouTube sul triathlon in Russia. Atleti famosi, blogger, politici, uomini d'affari e solo persone con storie insolite diventano gli eroi delle nostre uscite. Alla vigilia dell'inizio principale della stagione IRONSTAR 226 a Sochi, abbiamo deciso di presentarvi a loro facendo 226 domande agli ospiti del nostro studio. Blogger e triatleta Anastasia Tukmacheva .

Primo inizio come primo figlio. Fallo con attenzione Tukituk parla di triathlon

Foto: Valeria Barinova, Championship

- Cosa ne pensano i tuoi colleghi della comunità dei blog riguardo al tuo hobby per il triathlon?

- La maggior parte dei miei amici blogger è piuttosto lontana dallo sport. Bene, il massimo è la palestra. Naturalmente, ci sono ancora tutti i tipi di battute idiote su pantaloncini e zoccoli in bicicletta, non posso più ascoltarli. Ma non mi piace fare quello che fanno tutti.

E ottenere qualcosa, superare te stesso, dare un esempio alle persone, essere infuocato con un obiettivo è fantastico.

- Lo sei già partecipato a diverse partenze. Uno dei più difficili - 113 km (1,93 km - nuoto, 90 km - bici e 21,1 km - corsa). Quali intuizioni ti ha dato la tua metà?

- Per qualche ragione, per tutta la vita mi è sembrato di essere una ragazza molto debole. Per tutto il tempo si era rotta le dita sul basket, cadendo dalla corda, incapace di arrampicarsi da nessuna parte. Quando ho iniziato ad allenarmi, ho iniziato a capire che le persone sono sorprese dai numeri di 60 km su una bicicletta. Tutti dicono qualcosa del tipo: quanto? Oh, e ho vent'anni. Per me è come starnutire un bug.

Il primo tempo, come ogni tuo primo inizio globale, è la distanza che devi percorrere. È quasi come il primo figlio. Tutto deve essere fatto con molta attenzione, perché ancora non sai a che punto puoi spingere, per non morire prima della partenza.

- Quali condizioni dovrebbero esserci affinché tu possa fare il tuo inizio perfetto?

- Piove. Sono stato molto fortunato con la tuta da ginnastica. Stavamo correndo e pioveva. È stato un regalo favoloso, considerando che il giorno prima c'era un caldo di 30 gradi. Fortunato anche a Kazan. Era un caldo torrido inquietante, un terrapieno di cemento caldo e tu stai correndo. Corri da un punto all'altro. Circa cinque chilometri prima della fine della gara, è iniziato un temporale e ho finito con le braccia tese.

- Molti scienziati, conducendo un'enorme quantità di ricerche, affermano che i modi più veloci per ottenere endorfine sono l'allenamento e il sesso. Secondo te, quale dovrebbe essere più spesso?

- Tutto dovrebbe essere ... ogni giorno ( ride ). Anche se, ad essere onesti, dopo questi allenamenti, a volte non trovi la forza per qualcos'altro, perché dai davvero molto. Mi sembra che tutto dovrebbe andare insieme.

- PC'è qualcosa da consigliare ai principianti per aiutarli prima del primo avvio?

- Credi in te stesso e non saltare gli allenamenti. Questi sono due punti principali. Qualsiasi triathlon, indipendentemente dall'obiettivo che ti sei prefissato, che si tratti di uno sprint, un'olimpiade, una metà, un intero, è un obiettivo enorme che consiste in piccoli mattoni. Non devi pensare a questi numeri. Alleni il tuo cuore ogni giorno, alleni il tuo corpo ogni giorno. Un processo di formazione graduale rende questo obiettivo reale per te. Giorno dopo giorno diventi più forte, più resiliente, quindi fallo passo dopo passo.

Per l'intervista completa e gli utili suggerimenti sulla vita del coach, guarda nella versione completa dello spettacolo.

Messaggio precedente Potente allenamento in 15 minuti: crea la tua combinazione e sviluppa i tuoi muscoli
Post successivo 5 semplici esercizi per alleviare l'affaticamento del corpo e allungare i muscoli