Ho una cicatrice delle dimensioni di una pizza: Le folli avventure di Bear Grylls

Bear Grylls può essere giustamente considerato il viaggiatore estremo più famoso al mondo. Ma, come sai, ogni estremo quasi sempre comporta lesioni. Oggi parliamo delle cicatrici di battaglia di un presentatore e scrittore televisivo britannico.

1. Spalla di ghiaccio

È successo in Antartide nel 2008. Orso era sugli sci e l'aquilone lo stava trascinando lungo il ghiaccio. All'improvviso una forte folata di vento trascinò il viaggiatore e lo vomitò. Si alzò in aria e, una volta atterrato, si ruppe una spalla. Date le condizioni in cui si trovava Bear Grylls, ha dovuto vivere diversi giorni aspettando i soccorritori in una tenda con una fornitura decrescente di paracetamolo. La sua spalla gli ricorda ancora oggi quelle festività antartiche.

2. Pranzo al sacco

Pochi lo sanno, ma Bear prestò servizio nell'esercito in Africa. Una volta in licenza, Grills voleva fare un normale lancio con il paracadute. Quando è stato necessario saltare, l'aereo si trovava a un'altitudine di 14mila piedi (circa 4300 metri). La vela del paracadute di Bear si è aperta in modo errato, a seguito della quale ha iniziato a cadere ad altissima velocità. La caduta è stata ammorbidita solo da uno zaino con un paracadute di emergenza sulla schiena, sul quale è caduto Grylls.

Il viaggiatore ricorda vagamente come è stato portato in ospedale. Lì, il dottore gli ha infilato un enorme ago nella schiena e si è scoperto che il giovane aveva tre vertebre rotte. Ad un certo punto, Grylls si sentì molto male. Ma ha concentrato il suo recupero su un obiettivo preciso: scalare l'Everest. 18 mesi dopo, il vertice lo ha conquistato.

3. Pizza al seno

È interessante notare che c'è una cicatrice poco affascinante sul petto dell'estremal. Chi vede è sempre interessato a da dove viene. Le ipotesi sono diverse: forse ha provato a combattere corpo a corpo un coccodrillo o qualcosa del genere. Bear Grylls se l'è guadagnato cinque anni fa, quando aveva fretta di tirare fuori una pizza dal forno e ha lasciato una sorta di stigma.

4. Lungs and Everest

Subito dopo il ritorno dall'Everest, Grylls e i suoi amici decisero di andare a vela. Hanno dedicato molto tempo all'apnea. Naturalmente, tutti hanno cercato di immergersi il più in profondità possibile. Più tardi, quando Bear Grylls tornò in Gran Bretagna, notò che iniziò a tossire sangue. Nessuno ha capito perché. In seguito, il medico ha spiegato al viaggiatore estremo che questo è il risultato di un cambiamento radicale di altezze, dall'Everest alle profondità. Bear ha trascorso il Natale in ospedale.

5. Naso da karate

E qui il viaggiatore si è distinto. Contrariamente agli stereotipi, si è rotto il naso solo una volta nella vita. Era accesolezioni di karate quando ha sostenuto l'esame di cintura nera. Allora Bear aveva circa 16 anni. Ha vinto il combattimento, ma da allora il suo naso è stato leggermente piegato a sinistra.

6. Telecamera e gamba

Paradossalmente, Grills è riuscito a infortunarsi anche sul set della serie Survive ad ogni costo. Sulle scogliere canadesi, la telecamera e tutta la struttura metallica che la sorregge sono volate giù dalla montagna, proprio alla testa dell'attore, che si era appena fermato alla sua base. La tecnica è volata a un millimetro dalla fronte di Grills ed è atterrata sulla sua gamba sinistra. Sulla sua gamba apparvero ematomi delle dimensioni di due palloni da calcio e il nostro eroe sofferente aveva bisogno di un'evacuazione in elicottero. Ma se la telecamera fosse caduta sulla testa di Bear, l'avrebbe sicuramente inchiodato. È stato l'incidente più pericoloso e prossimo alla morte nella carriera del famoso viaggiatore.

7. Bacchetta di scorpione

Bene, secondo i classici, tutti gli amanti estremi vengono morsi dagli scorpioni. È successo nel Sahara con la Legione Straniera francese nel 2004. Da allora, questo morso si è trasformato in una terrificante cicatrice nera, che sembra che qualcuno abbia messo fagioli grossolani sotto la pelle, ha condiviso Bear Grylls in una delle sue interviste. - Ma i bambini adorano toccare questa cicatrice.

Messaggio precedente Voglio andarci: gli 8 campi sportivi più belli del mondo
Post successivo Mosca vs New York: quale maratona è più bella?