Charles Poliquin: gli integratori utili per il professionista e i falsi miti sull'alimentazione

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Alcuni genitori sognano di vedere il loro bambino sul podio dei Giochi Olimpici e quindi si sforzano di portare il loro bambino su un tappeto da ginnastica o su un campo da tennis vicino a casa il prima possibile. Dopotutto, c'è uno stereotipo: più giovane è l'età, maggiore è il successo che il bambino può ottenere in futuro. Tuttavia, questa regola non funziona con tutti gli sport. Ti diremo da dove iniziare a cercare una sezione sportiva ea che età mandare tuo figlio a praticare.

Quali caratteristiche individuali dovrebbero essere considerate prima di tutto?

Innanzitutto, i genitori devono prestare attenzione alle caratteristiche fisiche bambino. In secondo luogo, è estremamente importante consultare un medico sulle controindicazioni per la pratica di determinati sport. Oltre ai problemi di salute, vale la pena considerare il temperamento e il carattere del bambino.

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Foto: istockphoto.com

Perché scegliere uno sport in base all'età di tuo figlio?

Ogni sport ha un'età minima per iniziare. Le regole sono approvate da standard federali con un'enfasi sulle caratteristiche di sviluppo dei bambini di una particolare fascia di età. Allo stesso tempo, è importante distinguere tra sport amatoriale e professionale. Vediamo più da vicino quali sono gli sport adatti a bambini di diversi anni: dalla nascita all'adolescenza.

Sport dalla nascita ai due anni

Cosa fare: ginnastica per neonati , nuoto.

I pediatri consigliano ai genitori di fare ginnastica per i bambini dalla nascita, che include massaggi ed esercizi con fitball per bambini. Inoltre, si consiglia il nuoto per neonati: stimola la circolazione sanguigna, rafforza il muscolo cardiaco e il sistema locomotore, previene anche raffreddori stagionali e malattie infettive.

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Tutta la verità sulle sezioni per bambini: come scegliere uno sport per un bambino e non sbagliare?

Un progetto interessante che ti aiuterà a non commettere l'errore di scegliere una sezione per tuo figlio.

Sport da tre a cinque anni

Cosa fare: danza, pattinaggio artistico, judo, ginnastica artistica e ritmica, nuoto sincronizzato.

Nei primi anni di vita l'attività fisica dovrebbe aiutare il bambino a conoscere il suo corpo. Pertanto, è molto importante imparare a gestirlo e sviluppare la coordinazione dei movimenti.

Le lezioni di ballo aiuteranno a rafforzare armoniosamente i muscoli e migliorare l'orientamento nello spazio. Il pattinaggio artistico e la ginnastica rafforzeranno la tua postura e svilupperanno la coordinazione. Inoltre, praticando questi sport, tuo figlio imparerà a essere responsabile e propositivo.

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Foto: istockphoto.com

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Istruzioni per i genitori: mandiamo il bambino alla sezione di ginnastica ritmica

Sviluppo sano, principio di selezione alla sezione, ottimale età, costo dell'inventario e consulenza ai genitori.

Sport dai sei ai nove anni

Cosa fare: pallavolo, calcio, hockey, basket, pallanuoto, tennis, scacchi, arti marziali.

A questa età, tuo figlio diventa più resistente e si concentra meglio durante l'allenamento. Pertanto, gli sport di squadra saranno i più utili in questo periodo. Aiuteranno a sviluppare agilità, reazione rapida, velocità e forza. Inoltre, i giochi sportivi con altri bambini rafforzano lo spirito di squadra e insegnano loro ad essere responsabili delle proprie azioni.

Gli scacchi avranno un effetto positivo sul pensiero logico, la capacità di costruire tattiche e strategie, migliorare la memoria e avere un grande effetto sul successo del bambino in studio.

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Foto: istockphoto.com

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

I genitori si sbagliano: gli sport professionistici fin dall'infanzia. Il gioco vale la candela?

Come nutrire un atleta versatile e prevenire il burnout di tuo figlio durante un allenamento intenso.

Sport dall'età di dieci anni

Cosa fare: ciclismo, scherma, sci e pattinaggio di velocità, vela, sollevamento pesi, tiro con l'arco.

A questa età, gli sport non sono più concentrati sul miglioramento della salute e sullo sviluppo delle abilità, ma anche per il risultato - la partecipazione a grandi competizioni. E i cambiamenti in atto nel corpo del bambino - psicologici, fisiologici, antropometrici - lo aiutano ad adattarsi più facilmente allo stress.
Anche dall'età di dieci anni puoi iniziare a praticare discipline in cui è coinvolto equipaggiamento traumatico: tiro con l'arco o scherma.

Voglio crescere un campione. Quando mandare un bambino agli sport professionistici

Spochan : lo sport da conoscere

Onestà, spade pneumatiche, tradizione giapponese, etichetta e una vita.

Ricorda che lo sport in qualsiasi forma, sia professionale l'attività o semplicemente l'esercizio è molto benefico per la salute. Pertanto, quando affidi un bambino alla sezione, non dovresti rendere la lotta per i primi posti e i titoli mondiali un compito primario.

Tiziano Tridico e Filippo Angeloni entrano in Liberi dal Lavoro!

Messaggio precedente Dmitry Tarasov: La maratona di Mosca si sta muovendo nella giusta direzione
Post successivo Avanti: le 5 app mobili più interessanti e utili per la corsa