Mi sembrava che tutti mi guardassero con condanna. Cosa provano le ragazze grasse in palestra

Una giovane scrittrice gallese, Polly Harrison, è stata in sovrappeso per tutta la vita. Ha deciso di perdere peso e, prima di varcare la soglia del club sportivo, ha affrontato un grosso problema alla testa. Ha raccontato all'edizione britannica di The Sun di come si sentono effettivamente le donne nei loro corpi in palestra.

Mi sembrava che tutti mi guardassero con condanna. Cosa provano le ragazze grasse in palestra

Il percorso per emancipazione. Come una famosa blogger di fitness è riuscita a raggiungere un corpo ideale

All'inizio, Tanya TGYM ha dovuto lottare con i propri complessi.

Ero in piedi su un tapis roulant circondato da ragazze pompate e in forma. Il cuore mi balzò fuori dal petto, ma non per l'allenamento. Alla mia 62a taglia, ero la donna più grande della palestra e mi sembrava che tutti mi guardassero con condanna.

Ero sempre grande, perché mangiavo molto e non facevo sport. Da adolescente, mi vergognavo del mio corpo e non mi pesavo apposta. All'età di 13 anni indossavo già la taglia 50-52. I miei genitori mi sostenevano quando cercavo di perdere peso: mi preparavano pasti sani, ma le diete non funzionavano mai.

Avevo amici intimi, ma sentivo ancora commenti spiacevoli sul mio peso. Una volta in un corso di educazione fisica, i miei compagni di classe mi hanno riso in faccia. In un'altra occasione, un ragazzo ha detto che non sarebbe mai uscito con una donna grassa come me. Queste parole fanno male, e ogni volta che qualcuno rideva nelle vicinanze, pensavo che stesse ridendo di me. Quando sono entrato all'università, quando ho compiuto 18 anni, indossavo già la taglia 56.

Mi è sembrato che quando entro tra il pubblico tutti gli occhi fossero fissi su di me. Ero una ragazza tranquilla, perlopiù distaccata, ma uscivo comunque un paio di volte. E sono andato nel panico perché pensavo che i ragazzi stessero giudicando il mio corpo.

Ogni volta che mi allattavo per il mio aspetto o studio, mi consolavo con il cibo. Cioccolata, caramelle e fast food di strada erano i miei punti deboli. Allo stesso tempo, a causa del mio peso, mi vergognavo anche di uscire a correre, figuriamoci varcare la soglia della palestra.

Ho conseguito il diploma nel 2017 e sono tornata a casa dei miei genitori, venendo distribuita alla taglia 62. Con un'altezza di 170, pesavo 165 chilogrammi, più che mai, odiavo il mio riflesso nello specchio e non potevo nemmeno salire le scale senza ansimare.

Ho capito che avevo bisogno di perdere peso, il nostro medico di famiglia era d'accordo con me. Provavo diete nuove che promettevano una rapida perdita di peso, ma non funzionavano. Avevo bisogno di attività fisica, soprattutto da quando ho trovato un lavoro come amministratore e ho trascorso l'intera giornata in posizione seduta.

Mi sembrava che tutti mi guardassero con condanna. Cosa provano le ragazze grasse in palestra

Come un blogger dalla Nuova Zelanda abbandonato 68 chilogrammi all'anno

Ariana Omipi ha trascorso sei anni cercando di evitare che il peso in eccesso tornasse.

Quindi, a marzo 2019, mi sono iscritta in palestra. Grazie al cielo avevano un ramo lì solo per le donne, ma lo stesso, sudavo freddo al pensiero che avrei dovuto andarci. Un sondaggio ha dimostrato che non sono l'unico: una donna su quattro evita la palestra per paura di essere rimproverata. Ho comprato un nuovo set di abbigliamento sportivo per darmi sicurezza e ho impostato la sveglia per le sette del mattino.

Sono entrato in palestra e ho abbassato gli occhi, sperando che nessuno mi stesse fissando mentre salivo sul tapis roulant. Ero stufo del pensiero che il simulatore sarebbe caduto a pezzi sotto il mio peso, ma ho corso.

Mi sembrava che tutti mi guardassero con condanna. Cosa provano le ragazze grasse in palestra

Foto: foto dall'archivio personale dell'eroina

Tutti intorno erano più magri di me, ed ero preoccupato che la gente guardasse le mie braccia flaccide, ma ho comunque lavorato per un'ora. Sono persino riuscito a fare un esercizio addominale e nessuno mi ha riso in faccia quando mi sono fermato per riprendere fiato. Alla fine di un'ora di allenamento, mi sono sentito sollevato e sono tornato subito a casa per fare la doccia. Non sarei mai stato in grado di cambiare negli spogliatoi.

Al lavoro quel giorno mi sentivo orgoglioso di me stesso, il livello di endorfine nel sangue dopo l'allenamento era fuori scala. Il prossimo viaggio in palestra non fu così spaventoso. Una ragazza è venuta da me e mi ha lodato per i miei sforzi. Ho iniziato ad andare in palestra tre volte a settimana e ora cerco di appoggiarmi di più su frutta e verdura, piuttosto che su cioccolatini e patatine.

Mi sembrava che tutti mi guardassero con condanna. Cosa provano le ragazze grasse in palestra

Cos'è più calorico? Scegliere prodotti meno pericolosi per la figura

Cappuccino o raf, latte o kefir, marshmallow o marmellata.

Ho perso 12 chilogrammi, fino alla taglia 58, e mi sento te stesso più in forma. Ora faccio anche flessioni - pensavo che non avrei mai potuto. A volte ho bisogno di dire qualcosa a me stesso prima dell'allenamento. Se mi sento insicuro, penso sempre alla modella plus size Tess Holliday e alla cantante Lizzo. Praticano anche sport e costruiscono con successo le loro carriere.

Incontrarsi faccia a faccia con la paura la palestra ha fatto miracoli sulla mia autostima. Ho un ragazzo, ci frequentiamo da nove mesi. Si chiama Thomas, ci siamo conosciuti su Internet e mi sostiene in tutto. Ho anche preso un master in giornalismo e mi sono trasferito a Nottingham.
Le mie braccia sono ancora flaccide e ondeggiano mentre mi muovo e arrossisco facilmente, ma ora so che non c'è da vergognarsi di essere la ragazza più grassa della palestra.

Messaggio precedente Fitness con Cindy Crawford. Perché l'aerobica degli anni '90 è più interessante degli allenamenti moderni
Post successivo Cosa succede al tuo corpo se fai il ponte della spalla ogni giorno