Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Abbiamo parlato con Ksenia Shoigu , il capo del team di League of Heroes, specializzato nell'organizzazione di grandi eventi sportivi nel segmento amatoriale, e abbiamo imparato come è nato un nuovo tipo di attività all'aperto dall'amore per lo sport e dalla perseveranza.

/ p>

Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Ksenia Shoigu

Foto: Servizio stampa della League of Heroes

- Essere una ragazza nello sport, e ancor di più un manager in un progetto sportivo, è già una rarità. Come sei arrivato allo sport e come ti è venuta l'idea della Gara?
- Ho sempre amato lo sport, soprattutto la corsa. Ma fino a un certo momento non ho provato a organizzare eventi sportivi. Inizialmente, abbiamo concepito questo evento per noi stessi e per i nostri amici, ma grazie all'interesse delle persone, è diventato chiaro che il progetto era semplicemente destinato a diventare enorme e popolare.

Quando è apparsa la Race of Heroes, e poi il concetto di altri progetti sportivi, era tempo di creare una sorta di marchio unificato, organizzazione e, naturalmente, riunire un team di appassionati che sono pronti a lavorare con piena dedizione. È così che è nata la League of Heroes nel 2015. Adesso la Lega è cresciuta, siamo più di noi, siamo diventati più esperti. Gare con ostacoli: la nostra direzione è praticamente nuova e questo, ovviamente, è stato un ulteriore incentivo: eccitazione e desiderio di essere un pioniere!

Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Ksenia Shoigu

Foto: Servizio stampa della League of Heroes

- Come è iniziato tutto? Qual era la geografia nel primo anno di lancio del progetto?
- Oh, adoro questa storia. Tutto è iniziato con una telefonata. Nell'agosto 2013, un mio amico mi ha chiamato e mi ha detto: Ascolta, ho una grande idea. Sai qualcosa sulla corsa a ostacoli? Voglio riunire tutti i miei amici più atletici e organizzare una gara del genere! L'idea mi è piaciuta e gli ho detto: proviamo! In effetti, ho trovato un sito: un campo semplice. Raccolti semplici ostacoli da legno, fieno, pneumatici. Questi semplici design faranno crescere in seguito i nostri famosi pali, l'Everest e altri test. Poi abbiamo il percorso di un vero scout. Quindi è stato necessario trovare i partecipanti. Hanno chiamato amici, conoscenti, amici, ex compagni di classe. Di conseguenza, c'erano diverse centinaia di persone! Era a Mosca, siamo arrivati ​​a livello federale più tardi, nel 2015.

- A quali dimensioni e cifre sei arrivato ora?
- Il nostro primo progetto, fiore all'occhiello, ovvero, la Race of Heroes compirà cinque anni quest'anno. Sono 25 regioni e oltre 500mila partecipanti e spettatori da tutto il Paese. In tre paesi, per essere più precisi. Abbiamo organizzato una gara a Baku, organizzato una gara invernale in Germania sul circuito del Nürburgring.

- C'è una serie di ostacoli standard sul sito o cambiano in base ad alcune peculiarità locali? / b>
- Abbiamo molti ostacoli iconici, facilmente riconoscibili: canne, Everest, rinato, ma, naturalmente, per ogni via hanno il loro ordineok posizionamento. La maggior parte dei percorsi ha le proprie sfide speciali. Aggiungiamo costantemente qualcosa di nuovo a ciascuna delle nostre tracce. Ad esempio, per i partecipanti al formato Campionato offriamo più ostacoli e un maggiore chilometraggio.

(Il campionato è un formato competitivo della Race of Heroes con un montepremi e una pista complicata.)

Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Ksenia Shoigu

Foto: servizio stampa della Hero League

- tu stesso partecipa spesso alle partenze, ad esempio alla Race, che si è svolta in Germania. Per questo è necessario avere una buona forma fisica. Hai mai praticato sport professionalmente in passato?
- No, non sono mai stato coinvolto in sport superprofessionali. Ma io ero seriamente appassionato di corsa, e ora, come sai, hobby e lavoro vanno di pari passo. Quando organizzi il tuo evento sportivo, la prima cosa che vuoi fare è parteciparvi da solo, confrontarlo con altri progetti simili.

- Qual è stata la tua esperienza con l'inizio della Race of Heroes a Baku l'anno scorso?
- Posso dire con certezza che è stata un'esperienza molto emozionante, perché era la prima volta che organizzavamo la Gara non in Russia, ma in un paese dove ancora non c'era una tale direzione. Tenendo conto del supporto dei nostri colleghi azeri e del duro lavoro del nostro team, siamo stati in grado di creare un evento davvero eccellente che ci è piaciuto, i partecipanti e gli organizzatori dal lato azero. In generale, il risultato è stato positivo. È stato con lui che abbiamo iniziato le nostre attività internazionali.

- Gare simili si svolgono in tutto il mondo in diversi formati e sotto gli auspici di diversi marchi. Hai partecipato a progetti simili dei tuoi colleghi, hai scambiato esperienze con loro?
- Certo che l'ho fatto. E, naturalmente, abbiamo scambiato esperienze dal punto di vista organizzativo. In generale, rispetto alle controparti americane e occidentali, abbiamo un livello di qualità molto elevato. E quegli stranieri che hanno corso la corsa in Russia sono sorpresi e scrivono commenti entusiasti sui social network. Siamo lieti che il livello di organizzazione dei nostri eventi sia molto apprezzato all'estero. Tuttavia, ci sono sempre punti di crescita. Per noi questo è marketing internazionale. Ora stiamo imparando a pianificare, coinvolgendo i partecipanti in una fase precedente, cercando di combinare tutti gli aspetti della preparazione dell'evento in un unico meccanismo lucido.

- Cosa ne pensi: qual è la caratteristica chiave delle partenze europee e cosa ne pensi opinione unica della Russia?
- La prima differenza sono gli ostacoli. Se nelle gare straniere uno dei test fondamentali in pista è il rilievo, i dislivelli, allora per la maggior parte si tratta di ostacoli unici che tu, come partecipante, devi superare. La seconda differenza è il formato iniziale stesso. Abbiamo gare a squadre con un certo insieme di regole (non abbandoniamo le nostre, aspettiamo sempre l'ultimo membro della squadra, ascoltiamo i consigli dell'istruttore che aiuta a passaretraccia), e in Occidente, le persone, di regola, partecipano una per una alle partenze di massa. E terzo, poiché amiamo metterci alla prova, i nostri progetti sono percepiti non solo come intrattenimento, ma anche come una prova, una prova di forza. Ma le emozioni in entrambi i casi sono le stesse: la gioia della vittoria, l'orgoglio di se stessi, la propria perseveranza e forza di volontà. Nella fase di preparazione, ancora non sai se sarai in grado di superare la pista, se ti obbedirà o meno. E solo allora diventa chiaro che tutto è abbastanza semplice e l'importante è godersi la corsa.

- Quali sono le ulteriori prospettive per lo sviluppo della gara?
- Oggi sono in tanti che vogliono portare la corsa in altri paesi ... Io e il mio team stiamo svolgendo, a mio parere, un compito piuttosto difficile, in modo che il progetto non perda contemporaneamente qualità e guadagni popolarità. In ogni caso, non ci fermeremo a ciò che è stato raggiunto.

Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Ksenia Shoigu

Foto: Servizio stampa della League of Heroes

- Ksenia, cosa è importante per te nella vita? Come pensi che dovrebbe essere una ragazza moderna?
- Dovrebbe essere intelligente, coraggiosa e internamente libera, educata e armoniosa, nel rispetto dei nostri valori. E deve anche essere bella. E non parlo tanto dell'aspetto, ma del fascino e della bellezza spirituale di una persona.

- È difficile combinare il lavoro su un progetto così ampio e la vita personale: incontrare amici, vedere la famiglia? Come tenere il passo con tutto?
- Devi pianificare bene il tuo tempo! E non dimenticare la motivazione! Se ne hai abbastanza, sarai in grado di fare assolutamente tutto - non è necessario giustificarti con il fatto che non hai tempo per qualcosa, perché semplicemente non c'è abbastanza tempo. Non hai tempo solo perché non lo vuoi abbastanza.

- Sei d'accordo con l'affermazione che lo sport e l'attività fisica sono le componenti più importanti della routine quotidiana di una persona moderna?
- Ovviamente , questa è parte integrante della vita di una persona moderna, che è molto utile nel lavoro. Aiuta per diversi motivi: in primo luogo, sono le endorfine che vengono prodotte durante l'esercizio. In secondo luogo, una persona in forma e atletica si sente molto meglio e può sopportare carichi più elevati con mancanza di sonno, molto lavoro, multitasking, rispetto a una persona che non pratica sport. Terzo, questo è sicuramente il tuo momento in cui nessuno ti infastidisce e puoi pensare di risolvere alcuni problemi. Durante l'allenamento arrivano nuovi pensieri e risposte a molte domande.

Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Ksenia Shoigu

Foto: Ufficio stampa di League of Heroes

- Come ti mantieni in forma? Vai in palestra o preferisci fare jogging all'aria aperta?
- Non riesco a immaginarmi a parte lo sport. Mi piace la forma che ho raggiunto ora, ma non mi fermerò qui. sono contentono, il che significa che la mia giornata inizia sempre positivamente. Sono un fan del jogging. Per me questa è una sorta di relax. Posso correre ovunque: su qualsiasi sentiero, nella foresta, nel parco, in giro per la città - non importa affatto. Faccio regolarmente jogging al mattino. Questo è il mio rito, che ha già diversi anni. Inoltre, ovviamente, questo è l'allenamento in palestra tre volte a settimana. Quindi applico tutte le abilità acquisite alla gara: questo è un ottimo modo per verificare se hai ottenuto dei risultati durante l'allenamento in palestra. E quando vedo progressi, mi motiva molto.

- Hai provato qualcuno dei moderni trend di fitness? Forse crossfit, air yoga o ciclismo?
- Quanto all'air yoga - non so nemmeno cosa sia! Penso che lo studierò e ci proverò sicuramente! Ma recentemente ho deciso (e ho anche chiesto ai miei compagni e colleghi di aiutarmi) di iniziare a prepararmi per un triathlon. Questo non è certamente IRONMAN. Inizieremo con alcune piccole distanze. Penso che questa estate prenderò parte al concorso per vedere se questo è il mio. E entro il prossimo anno mi prefiggerò un obiettivo ambizioso e spero di ottenere l'ambita medaglia di traguardo!

- Che ne dici di riprendermi dall'allenamento o da una dura giornata di lavoro? Cosa aiuta a cambiare e rilassarsi? Com'è il tuo riposo ideale?
- Secondo me, un buon allenamento è un allenamento da cui non hai bisogno di riprenderti. Se ieri sei morto nella sala e oggi riesci a malapena a camminare, allora qualcosa deve essere cambiato. Il mio formato di allenamento è la regolarità, questa è la frequenza, questo è un buon stato interno sia prima che dopo le lezioni. Quindi non devo riabilitarmi. Faccio tutto abbastanza bene. Ho iniziato a correre con piccole distanze, e ora corro 10 km al giorno, ma ho raggiunto questo risultato in due anni. E un altro punto importante: devi dormire a sufficienza. Lo dico come una persona che ha dormito molto poco durante un certo periodo della sua vita. Ma lo sviluppo di un grande progetto sportivo non è un percorso breve, è una distanza di una maratona e il sonno è molto importante. Solo lui ti permetterà di essere efficiente al cento per cento.

Ksenia Shoigu. Un hobby che è diventato il lavoro di una vita

Ksenia Shoigu

Foto: il servizio stampa della League of Heroes

Per quanto riguarda la vacanza perfetta ... mi piace cantare, incontrare amici, fare sport - fare tutto ciò che dà luminose emozioni positive e ti permette di cambiare. Considero anche il mio tempo libero con la mia famiglia come un periodo di riposo - in quei momenti mi lascio rilassare. Ma non posso restare a letto senza far nulla. L'importante è che il resto sia attivo!

- E infine, vorremmo che tu consigli qualcosa ai nostri lettori e lettori, forse uno di loro è quasi pronto per alzarsi dal divano e vai a fare sport.
- L'importante è iniziare. È più facile continuare. Ricordo la storia di un mio amico che ha deciso di andare in palestra. Ha redatto un'intera lista di controllo, c'erano cose così divertenti, a prima vista, come vedere le opzioni per le lezioni di gruppo, vedere la palestraeccetera. Ed ecco il risultato: la persona è in ottima forma ora! Pertanto, consiglierei alle persone che stanno solo pensando di fare sport di darsi un piccolo vantaggio per visitare un portale sportivo e leggere questa intervista: questo è un ottimo primo passo! Spero di essere riuscito a motivarti!

Grazie al servizio stampa di League of Heroes per l'assistenza nella preparazione del materiale.

Messaggio precedente Molte proteine: quante ne servono e dove trovarle?
Post successivo Dasha Brygina: il tuo corpo è fatto per il movimento