La proposta più dolce: \

Come una ragazza: da dove ti è venuta l'idea che il calcio non sia per le donne?

Nonostante il fatto che non ci siano praticamente più sport maschili e femminili, è piuttosto difficile parlare di calcio come gioco ad armi pari. Gli ascolti dei Mondiali con la partecipazione degli uomini sono molto più alti, sugli spalti e davanti agli schermi televisivi, tantissime persone guardano cosa sta succedendo sul campo, i contratti multimilionari dei calciatori stanno battendo tutti i record. Ma cosa posso dire, le donne stesse preferiscono tifare per il calcio maschile. Perché sta succedendo, ed è solo sessismo?

Per capire il presente, devi conoscere il passato

Immergiamoci nella storia. La Gran Bretagna è considerata la culla del calcio femminile. A proposito, anche maschio. A metà degli anni 1880, la squadra del British Ladies 'Football Club fu fondata su iniziativa della famosa aristocratica Lady Florence Dixie. Tuttavia, molte testimonianze indicano che le prime partite tra donne sposate e non sposate ebbero luogo nel XVII secolo.

Tuttavia, il miracolo di accettare le donne nelle file degli atleti professionisti non avvenne all'istante. A quei tempi, come si può intuire, le signore non trovavano posto in questa zona. Persino i medici all'unanimità spaventati da malattie terribili, perdita di grazia, grazia e altri piaceri.

E cosa in Russia?

Il calcio femminile nel nostro paese ha iniziato a svilupparsi non molto più tardi di quello maschile. Tre decenni dopo, due circoli lavoravano nella capitale e diverse squadre universitarie femminili si combattevano sul campo.

Una delle squadre di calcio femminile più famose di quei tempi era il Pushkino. I suoi membri hanno anche avuto l'opportunità di combattere con gli uomini, ma hanno perso con un punteggio di 2: 8.

I migliori tempi nel calcio

La prima guerra mondiale ha dato una seconda vita al calcio femminile e divenne un potente impulso per il suo sviluppo ... Molte ragazze sono state costrette a lasciare la casa e trovare lavoro nelle fabbriche. Erano tutti molto adolescenti e le difficili condizioni di lavoro hanno influenzato negativamente la psiche. Quindi il ministero dell'industria bellica decise di organizzare un tempo libero permanente e il gioco maschile apparentemente rozzo divenne la sua terza forma più diffusa. A quanto pare, era molto più facile alleviare lo stress in questo modo.

E, sebbene nel 1912 l'Associazione inglese mostrasse le prime note di discriminazione emanando un decreto che vietava alle donne di giocare negli stadi dove si svolgono le partite del campionato maschile, pochi anni dopo accadde un evento importante.

Nell'aprile 1920 si svolse la prima partita internazionale femminile al mondo. A Liverpool si è svolto un duello di beneficenza tra le francesi e la squadra di calcio Dick, Kerrʼs Ladies, a cui hanno partecipato circa 50.000 spettatori. Le restanti 10.000 persone, secondo alcune informazioni, non potevano semplicemente entrare nello stadio pieno.

Tuttavia, numerosi divieti e violazioni spinsero ancora la bella metà dell'umanità sullo sfondo.

Cambiamenti qualitativi è successo solo alla fine degli anni '60con l'ascesa dei movimenti femministi nel mondo democratico. La Coppa del Mondo non ufficiale in Inghilterra era allora di particolare importanza. Da quel momento, le federazioni di calcio femminile hanno iniziato ad operare in diversi paesi e si sono svolti tornei nazionali.

Chi sono gli arbitri?

Per la prima volta, una donna è stata autorizzata ad arbitrare le partite del massimo campionato in Brasile. La donna fortunata è stata la giornalista radiofonica Lea Campom, che ha servito partite in Messico, Francia, Italia, Guatemala, Portogallo e Spagna. Poi il famoso calciatore portoghese Eusebio l'ha definita una donna che capisce perfettamente il calcio.

Al contrario, la parte maschile della società dei giudici si è categoricamente rifiutata di partecipare alle partite femminili, sostenendo che è semplicemente impossibile parlare tra calciatori e qualsiasi rigore finisce in lacrime. Bene, questo è un argomento abbastanza forte, se è vero, ovviamente. E la leadership della FIFA si è nuovamente bloccata nell'indecisione e nell'anticipazione.

Secondo vento

Nel 1991 si è svolta la prima Coppa del Mondo femminile. La nazionale dell'URSS non ha preso parte e, a dire il vero, non si è nemmeno impegnata. La squadra voleva acquisire esperienza nelle partite amichevoli.

Negli anni seguenti, i calciatori russi si cimentarono tornei stranieri, raggiungono i quarti di finale del Campionato Europeo. Nel 1996, il calcio femminile è stato approvato nel programma dei Giochi Olimpici.

Nel 2009, Permskaya Zvezda ha raggiunto la finale di Champions League femminile, questo è il risultato più alto del calcio femminile russo.

Nel 2015 Elena Fomina, in ex giocatrice della nazionale, è diventata la seconda donna nella storia e la prima donna russa a guidare la nazionale del paese.

E, a quanto pare, va tutto bene e non si avverte alcuna infrazione. Ma le ragazze non sono contente, è inutile?
Avrete probabilmente visto il video diffuso dalla squadra femminile tedesca, in cui ridicolizzano i pregiudizi su ciò che dovrebbero fare le donne.

Squadra femminile tedesca: qui non ci sono palle, ma sappiamo come gestirle

E questo è in parte giustificato. E non si tratta di discriminazione da parte degli uomini. Il problema principale è che il mondo dei grandi sport (nella maggior parte delle sue tipologie) è considerato il mondo dei valori maschili. Attività fisica, rivalità, aggressività, competizione: tutto questo non riguarda le ragazze. Queste cose sono strettamente associate alle qualità maschili in tutta la società nel suo insieme. Bene, se mostri debolezza, sottomissione o riluttanza ad entrare in conflitto, ti comporti come una ragazza.

Ma queste qualità non riguardano separatamente ragazzi e ragazze per molto tempo, e lo capiamo perfettamente, solo nella massa la coscienza ancora in qualche modo non si adatta.

MGZN 2016 | Yara De Nicola e Fabiana Fierotti, Alla Carta

Messaggio precedente Cosa succede alla palla se la schiacci con una pressa idraulica?
Post successivo Festival musicali che ti stanno già aspettando