Misha Bykov: un tipico maratoneta di San Pietroburgo

Nella bella e soleggiata San Pietroburgo, siamo riusciti a incontrare la leggenda della maratona delle notti bianche, il fondatore e capo allenatore della scuola di corsa Tipico maratoneta, maestro dello sport in atletica leggera, membro della squadra di maratona di San Pietroburgo Misha Bykov e parlare di corsa, preparazione per le gare, errori da principiante e dieta prima di un nuovo inizio.

- Com'è il tuo umore prima della partenza?
- Quest'anno ho avuto un infortunio molto persistente, e ho iniziato ad allenarmi completamente solo il 15 maggio. Pertanto, sfortunatamente, quest'anno non sono riuscito a prepararmi al cento per cento, perché semplicemente non c'era abbastanza tempo. Di solito a marzo-aprile sono nella giusta forma e continuo a prepararmi attivamente per la partecipazione alla maratona delle notti bianche. Domani avrò una situazione insolita per me: mi sembra di essere pronto, ma non mi sembra di essere molto (sorride) . Vediamo cosa succede.

Misha Bykov: un tipico maratoneta di San Pietroburgo

Foto: Polina Inozemtseva, Championship

- E in linea di principio in cosa consiste la preparazione per la distanza della maratona? È suddiviso in alcune fasi?
- In genere, inizio a prepararmi in quattro mesi. Per me, il punto di partenza in preparazione è il campo di addestramento a Kislovodsk, dove alzo il volume, di solito all'inizio c'è l'allenamento in montagna, cerco di correre in salita il più possibile. Dopodiché, lavoro già allo stadio, cercando di convertire in velocità la forza che viene posta durante la salita in salita. E l'ultima fase è il collegamento alla maratona: le ultime 2-3 settimane, quando ti stai già preparando per la partenza e stai appena uscendo e correndo.

- Che razza è questa nella tua carriera?
- Non lo dirò con certezza, ma penso di aver corso circa 30 maratone.

- Qual è stata la più memorabile?
- Di solito vengono ricordate quelle maratone in cui ho vinto. E in generale, se parliamo specificamente di impressioni ... sono appena riuscito a correre in Corea del Nord, in un paese chiuso. È stato molto insolito. In generale, l'ultimo successo è sempre ricordato, a questo proposito le Notti Bianche sono strettamente legate alla mia carriera. È come le rose bianche di Yura Shatunov, ho: Misha Bykov - Notti bianche (sorride) .

- Cosa significa correre per te e che posto occupa nella tua vita ?
- La corsa è uno stile di vita, gli sport professionistici e il coaching occupano quasi tutto il tempo che ho. Questo non è perché ho una ristretta sfera di interessi, solo qualcuno è immerso nel lavoro e io sono nello sport.

Misha Bykov: un tipico maratoneta di San Pietroburgo

Foto: Polina Inozemtseva, Campionato

- Qual è la cosa più difficile nel superare una distanza di una maratona?
- La cosa più difficile è questo spaventoso sconosciuto quando corri verso prima volta. Bene, giudica tu stesso, il corpo umano è progettato per 30 km, se ben preparato, quindi 35 km. E poi devi comunque combattere contro la natura. E questo momento sta spezzandosi psicologicamente quando non sei pronto.Ma anche se sei pronto sia mentalmente che fisicamente, gli ultimi 7-8 km sono comunque molto difficili. Anche se ti alleni e corri stabilmente fino a 30 km. Gli ultimi chilometri di una maratona di solito li chiamo i chilometri più duri dell'anno.

- Quante altre corse, come il trail running o 5, 10 km, possono aiutare a prepararsi per una maratona?
- Si ritiene che la corsa campestre sia molto vantaggiosa. Sono favorevole a questo tipo di allenamento: correre lungo le colline, lungo paesaggi pittoreschi, da qualche parte fuori città. Ma sono scettico riguardo al sentiero stesso e al selvaggio fuoristrada. Non considero il sentiero in sé che corre, mi sembra che questa sia una sorta di perversione. Molto probabilmente, le persone semplicemente non hanno abbastanza avventura, e ora vogliono davvero una specie di latta, quindi corrono nel fango e attraverso la foresta. Quindi, mettono alla prova il loro carattere. In generale, la partecipazione a tali gare, mi sembra, è solo un tributo alla moda. Le persone corrono la distanza una volta, e poi la lanciano, non voglio più farlo. Cioè, si scopre che raccolgono solo medaglie, la sequenza non è importante per loro, non si pongono l'obiettivo di correre meglio o correre di più. Questo atteggiamento mi è incomprensibile. Dopo tutto, lo sport è un'intera cultura, alla quale ti consideri o no.

Misha Bykov: un tipico maratoneta di San Pietroburgo

Foto: Polina Inozemtseva, Championship

- Se una persona corre una maratona per la prima volta, quanto tempo impiega per iniziare a prepararsi?
- Consiglio ai fan di dedicare da sei mesi a un anno all'allenamento.

- Esiste una dieta importante e da seguire prima dell'inizio?
- Nell'ultima settimana, escludere dalla dieta cibi grassi, latticini e fritti. Il cibo dovrebbe essere dietetico, semplice e prevalentemente a base di carboidrati. I maratoneti professionisti che si esauriscono in meno di tre ore seguono una dieta speciale a base di carboidrati. Prima mangiano solo proteine, poi passano ai carboidrati. Ma lo fanno soprattutto i professionisti. Ora è diventato di moda seguire una dieta maratona tra i principianti, ma se corri più lentamente di tre ore, semplicemente non ha senso.

- Ci sono altre sfumature che è importante considerare quando ti prepari ? Da cosa iniziare?
- La classica maratona si svolge in estate, quindi tutto ciò di cui hai bisogno sono pantaloncini da corsa, una maglietta leggera, un berretto se necessario. Dei peggiori errori: non dovresti correre in pantaloni, non dovresti correre in leggings, devi scegliere le scarpe giuste. Per le persone che corrono una maratona lentamente o anche per la prima volta, ti consiglio di prendere delle scarpe da ginnastica con un tacco spesso. Con scarpe speciali - maratone, penso che abbia senso correre se una persona corre più veloce che in 2 ore e 40 minuti. L'attrezzatura è molto individuale e per molti versi, quando la scegli, vale la pena partire dalle tue capacità, non dovresti comprare maratone e mezze maratone se corri lentamente. La scelta delle calzature giuste eliminerà il rischio di lesioni e coprirà la distanza molto più comodamente.

Misha Bykov: un tipico maratoneta di San Pietroburgo

Foto: Polina Inozemtseva, Championship

- Cosa succede alla distanza stessa? È necessario mangiare qualcosa durante la corsa?
- Sai, ho corso tutta la vita senza gel. Per quanto mi riguarda, il loro uso attivo ora è solo un tributo alla moda. D'altronde in genere possono aiutare chi sta a lungo a distanza, parlo di chi corre una maratona più lentamente che in 3 ore. Cosa c'è di buono nel gel? Il fatto che sia un liquido: hai bevuto, mangiato allo stesso tempo e il tuo corpo lo ha assorbito molto rapidamente. Pertanto, a volte il gel aiuta molto.

Suggerimento: per coloro che corrono una maratona in 4, 5 o 6 ore, la necessità di gel è giustificata. Puoi recuperare le forze e continuare a correre, poiché a questa velocità il corridore avrà comunque fame.

- Quanta acqua dovresti bere durante la maratona?
- Ogni 5 km è un must bere acqua. Naturalmente, con il caldo, è imperativo innaffiare la testa con acqua o coprirla dai raggi diretti con una visiera a cappuccio. A volte non c'è abbastanza acqua sulla pista e gli atleti diluiscono l'isotonico per se stessi. Contiene oligoelementi essenziali, glucosio e aiuta a rimettersi in forma.

Suggerimento: è importante prestare attenzione al fatto che ogni persona assimila l'acqua nel corpo in modo diverso. Pertanto, alcuni maratoneti non bevono più acqua al traguardo, ma si sciacquano semplicemente la bocca per eliminare la sensazione di secchezza e non sovraccaricare lo stomaco.

- Il partner generale della maratona White Nights è il marchio Baltika 0. Come ti senti alla birra analcolica ea chi può essere utile questa bevanda (se parliamo nell'ambito di una maratona e della corsa in generale)?
- In generale, nella pratica internazionale è assolutamente normale che al traguardo i corridori trovino un frigorifero con una bevanda analcolica birra. Nel nostro paese, questo non è ancora così comune e quindi può creare confusione per un semplice spettatore o un corridore principiante. Infatti, la birra analcolica al traguardo salva meglio di tutti dalla disidratazione: aiuterà a ricostituire l'equilibrio salino e compenserà la carenza di oligoelementi e vitamine. Questo è molto importante perché il corpo dell'atleta è esausto, soprattutto se si tratta di persone che hanno appena percorso una distanza di maratona.

- Cosa vorresti augurare ai principianti della corsa? Da dove devo iniziare?
- Per i principianti nella corsa, desidero impostare attività realizzabili e aumentare gradualmente il carico. Innanzitutto, semplicemente aumentando il numero di giorni di allenamento a settimana e quindi la distanza. Inizia a partecipare alla competizione da 5 km di distanza, aumentandola gradualmente. Non devi correre subito una maratona. Molte persone vogliono scioccare tutti e correre su lunghe distanze contemporaneamente, bypassando l'allenamento piccolo e uniforme. Questo è sbagliato e sembra stupido dall'esterno. Pertanto, osserva il gradualismo, quindi mostrerai risultati diversi.

Messaggio precedente La corsa cittadina a sostegno di uno stile di vita sano si è svolta a Mosca
Post successivo Altrimenti non sarai forte: 5 modi per rinfrescarti al termine della maratona