Olya Raskina: perché sedersi in un ufficio se c'è il mare e c'è il sole?

Il mio percorso verso gli sport professionistici non è iniziato immediatamente con il windsurf. Sono venuto da lui nel tempo, in un'età più consapevole. All'inizio sono andato a fare snowboard e l'ho adorato! Era a quell'età in cui il sangue ribolle e tu vuoi conquistare il mondo intero. I miei amici e io siamo andati a Elbrus, Krasnaya Polyana, ovunque andassimo. Mi è piaciuto molto il freeride: terreno vergine, velocità. A quel tempo non c'erano molti parchi in Russia e riuscii ad allenarmi solo viaggiando all'estero.

Olya Raskina: perché sedersi in un ufficio se c'è il mare e c'è il sole?

Foto: Kirill Umrikhin / Red Bull Content Piscina

Durante i miei studi all'università, ho lavorato in Francia. Ho preso la sessione invernale prima del previsto e sono partito per la montagna fino alla fine di marzo. Poi ho avuto sponsor, ho pattinato ed ero il volto del resort, e la compagnia norvegese Bataleon mi ha aiutato con le attrezzature, che scarseggiavano in Russia. Comunque, a quel tempo (negli anni '90) il sistema era organizzato in modo diverso: non c'erano allenatori, federazioni, sponsor. Da che parte entrare nello snowboard professionistico nessuno ha capito. Mi sono allenato e spesso tutto è finito in infortuni, ho costantemente commesso degli errori. Pertanto, nel tempo, ho gradualmente abbandonato lo snowboard per il windsurf.

Non appena mi sono laureata all'università e ho ricevuto il diploma di traduttrice (era una sorta di accordo informale con i miei genitori - prima per finire gli studi, poi per scegliere il mio ulteriore percorso), amici sono andati a riposarsi a Dahab, la mecca del windsurf mondiale. Questo viaggio è stato un evento decisivo nella mia vita. Non solo ho iniziato a fare windsurf, ma ho ricevuto quasi immediatamente un'offerta di lavoro, ho accettato e ho trascorso sei mesi lì. Poi c'è stata un'altra stagione in Francia, un intervento al ginocchio dopo una caduta fallita, e ad aprile sono tornato a Dahab con la ferma convinzione che questa volta sarei rimasto lì più a lungo. Tuttavia, l'acqua mi sembrava più morbida e piacevole della neve e il windsurf stesso era qualcosa di nuovo e interessante.

Olya Raskina: perché sedersi in un ufficio se c'è il mare e c'è il sole?

Foto: Kirill Umrikhin / Red Bull Content Pool

Di conseguenza, sono rimasto in Egitto per sette anni, fino all'inizio della rivoluzione. Avevo un lavoro fisso alla stazione russa e ho viaggiato molto in tutto il mondo. All'inizio ho lavorato come manager, poi come istruttore: volevo passare più tempo in acqua. Ho pensato: perché sedersi al computer in ufficio se c'è il mare e c'è il sole.

Ho imparato tutti i dettagli in pratica. Ho iniziato con l'onda più piccola, con i trucchi di base. E poi li ha infilati, come perline, l'uno nell'altro, l'altro nel terzo. Tutto dovrebbe avvenire gradualmente. Non ho mai avuto un allenatore, e ora no. Io e mio marito stiamo viaggiando e mi aiuta molto il fatto che filmi tutto: alla fine della giornata, puoi rivedere e analizzare i tuoi errori. Inoltre, i ragazzi che pattinano meglio sono in contatto. Sono sempre pronti ad aiutare, consigliare e guidare. Spesso invio loro video e aspetto i commenti.

Olya Raskina: perché sedersi in un ufficio se c'è il mare e c'è il sole?

Foto: Kirill Umrikhin / Red Bull Content Pool

Dopo un anno o due di windsurf, sono andato per la prima volta all'onda russa, un grande progetto di Seva Shulgin e dei suoi partner, che include competizioni in tutti gli sport acquatici, dal wake al windsurf. Volevo mettermi alla prova e prendere parte al freestyle. Era la mia prima competizione e prima vittoria. Poi mi sono chiesto come stessero andando le tappe mondiali. Certo, c'era una competizione incredibile, e la mia prima esperienza di tour mondiale è stata puramente per il gusto di essere coinvolto, ma mi ha dato un buon inizio e una grande motivazione per andare avanti.

Olya Raskina: perché sedersi in un ufficio se c'è il mare e c'è il sole?

Foto: Kirill Umrikhin / Red Bull Content Pool

Da quel momento ho iniziato la mia formazione come atleta professionista.Tutti i marchi famosi vengono a competizioni così importanti e quando appare una nuova persona, motivata e con tanta voglia di vincere , - lui mai e rimane inosservato. Poi sono stato supportato da JP Neil Pryde e sono ancora con loro. Inoltre ora rappresento i marchi Red Bull e ROXY.

Oltre ad allenamenti e gare, ho i miei progetti. Abbiamo creato Windsurf Beauties Camp - un campo per ragazze, dove tutti praticano windsurf, imparano, organizzano servizi fotografici e realizzano video. Questo è il mio hobby, la mia idea, che faccio da un anno. Quest'anno andremo in Portogallo, Yeisk, Egitto, Grecia e Mauritius, tutti i luoghi più ventosi e freschi.

Ora cerco di apprezzare ogni minuto libero, ogni secondo. Con l'avvento di un bambino, capisci quanto sia prezioso, costoso e irrevocabile il tempo. Ora mi sembra che così tanto sia stato sprecato! Ma potresti imparare 10 lingue, parlare già fluentemente cinese, essere un neurochirurgo, guidare un Kamaz, potresti fare qualsiasi cosa! Certo, un bambino richiede molta energia e quando appare il tempo libero, sei già stanco ed esausto. Quindi, quando andiamo da qualche parte per allenarci e ho due o tre ore mentre mio figlio dorme o mentre mio marito lavora con lui, do il massimo e la sera riesco a malapena a camminare e lavarmi i denti con mano tremante (sorride) .

Questo senso del tempo cambia il nostro atteggiamento verso tutto ciò che è familiare, inizi a guardare più seriamente le cose familiari. Capisco che ora non posso andare a una festa, dormire domani fino all'ora di pranzo e poi correre a pattinare. Poiché è richiesta la massima forza, anche un bicchiere di vino può essere superfluo: al mattino rischi di svegliarti per niente allegro e fresco. Andavo da qualche parte per tre o sei mesi e non avevo fretta: voglio viaggiare, non voglio viaggiare - il volo di ritorno non è presto. Adesso i viaggi sono come dei brevi intensivi.

Non abbiamo alcun piano per l'atletica di un futuro figlio, ma poiché tutta questa attrezzatura - dallo skateboard al surf - è di casa, allora, probabilmente, col tempo lui stesso inizierà a mostrare interesse e qualcosa da provare. Ovviamente non solo riuscirò a passarema è anche abbastanza rigoroso assicurarsi che il bambino indossi un casco, ginocchiere e altre protezioni necessarie. È un bene che siamo lontani dal motorsport, quindi il mio cuore andrebbe subito alle calcagna, ma per quanto riguarda un altro sport estremo, vedremo. Mi sembra che se un bambino inizia a praticare fin dalla giovane età, allora, ovviamente, avrà un fantastico equilibrio, stile, esperienza e una diversa sensazione di paura.

Master windsurf sotto la guida della medaglia d'argento del Campionato del Mondo e pro rider del team Roxy e Tutti possono fare la Red Bull di Olga Raskina. I corsi di perfezionamento gratuiti di Olga a Zavidovo si terranno l'8 luglio e il 12 agosto. Per partecipare a una master class di windsurf, è necessario inviare una domanda alla mail: [email protected]

Per chi volesse proseguire gli studi, si svolgerà un camp nell'area acquatica estiva di Yeisk. Maggiori informazioni sul campo sono disponibili sul sito web olyaraskina.ru.

Messaggio precedente Metallo e grazia. La bellezza che ha conquistato le corse BMX
Post successivo Grande parata di biciclette di Mosca