Correre al mattino a digiuno per aumentare la potenza lipidica. [Scopri come e perchè] 👣👣👣

Esperienza personale: come ho corso la mia prima mezza maratona in Svezia

Ogni anno in Russia, soprattutto in estate, ci sono molte gare. Ma quando si presenta l'opportunità di viaggiare all'estero e organizzare una sorta di competizione lì, non perdere l'occasione. Almeno goditi ciò che ami, per quanto possibile confuta o conferma lo stereotipo del decadente ovest.

Per la mia prima mezza maratona ufficiale, ho scelto la più grande gara di 21,1 km del mondo. La mezza maratona più imponente, che riunisce circa 60mila corridori all'anno, si svolge nella città svedese di Göteborg. Le competizioni si svolgono qui dal 1980 e più di 1,4 milioni di persone vi hanno già preso parte.

Göteborgsvarvet , o Mezza maratona di Göteborg , è una serie di sei gare, che terminano con una mezza maratona e una mezza maratona a staffetta. Prima di loro, durante la settimana si svolgono una gara di trail, gare per bambini di diverse età, persone con bisogni speciali, ecc. In generale, puoi venire qui con una famiglia numerosa e tutti troveranno intrattenimento.

Esperienza personale: come ho corso la mia prima mezza maratona in Svezia

Foto: dall'archivio personale di Anna Burenkova

Costo

  • Partecipazione: rispetto alle nostre competizioni, le slot straniere sono molto costose, soprattutto se decidi di iscriverti poco prima dell'inizio. Il costo di partecipazione, ad esempio, alla Mezza Maratona di Göteborg, è in media di 645 corone, ovvero circa 4500 rubli.
  • Alloggio: è necessario prenotare l'alloggio in anticipo. Mi sono iscritto 3,5 mesi prima della gara, e anche allora c'erano pochissime opzioni per l'alloggio, e costano da 5mila rubli a notte.
  • Volo: con biglietti aerei sarai fortunato se anche tu te ne occuperai in anticipo. Life hack: i voli diretti sono i più costosi, ma puoi andare all'estero in treno e cambiare con una compagnia aerea a basso costo, ad esempio a Vilnius, in modo da risparmiare.

Expo

Lo starter pack è un numero e spille per attaccarlo, anche all'uscita i volontari distribuiscono borracce di plastica sottile con i loghi della gara e degli sponsor. Tutti. D'altra parte, molti marchi sportivi sono rappresentati in fiera, quindi almeno uno può fare shopping qui.

Organizzazione

Per tutti i partecipanti alla gara di 21,1 km per tre giorni, viaggiare per la città e le periferie era gratuito. Inoltre, gli organizzatori sono soddisfatti delle foto gratuite dopo la gara e della funzione di pubblicazione automatica istantanea di una foto nel profilo Facebook del partecipante, ovviamente, se preventivamente acconsentito.

Alla distanza della mezza maratona stessa, sono stati creati 10 punti di ristoro con diffusori d'acqua , 200 m dopo la doccia - tavoli con acqua in bicchieri di carta e in quattro stazioni anche con una bevanda energetica. Dopo 16,5 km, puoi prendere delle spugne bagnate per lavarti il ​​viso e fare una doccia con acqua. Ma non ci sono punti ristoro, quindi se sei abituato a rifocillarti durante la gara, è meglio portare con te dei gel o una barretta di cioccolato.

Pista

Percorso in un cerchio, salita più di 180 metri. Perchéla città stessa è piccola, e dal centro storico rimane poco più di una strada, non ci si deve aspettare belle vedute ai lati. Dovrai correre non solo sull'asfalto, ma anche lungo i sentieri di pietrisco del parco, due alti ponti, una polverosa strada in cemento lungo il cantiere, su tegole e selciati. Ci sono sia scivoli ripidi che lunghe correnti d'aria, quindi questa gara non è l'inizio migliore per l'aggiornamento dei record personali.

Si dice che la temperatura media di maggio a Göteborg sia di +17 gradi. Ma il giorno della gara nel 2018, era +23 e il sole bruciava senza pietà la pelle e asciugava istantaneamente l'acqua all'esterno e all'interno del corpo. Non importa come bevevi o ti bagnavi con l'acqua, dopo 500 m sei diventato completamente asciutto - il più grande tormento era per i corridori non allenati. Molti atleti si sono stancati rapidamente del soffocamento e sono passati a un gradino.

Esperienza personale: come ho corso la mia prima mezza maratona in Svezia

Foto: dall'archivio personale di Anna Burenkova

Tifosi

Penso che se non fosse stato per il supporto dei tifosi, molte persone avrebbero lasciato la gara. Ma i residenti e gli ospiti della città, gridando Hey-ya, hey-ya (Avanti, avanti in svedese) non hanno lasciato che il fuoco nel loro petto si spegnesse e la gente è fuggita. Secondo gli organizzatori, circa 200mila persone hanno partecipato quest'anno a un festival sportivo così importante. Qualcuno ha fatto marcia indietro e distribuito acqua nelle fasi difficili (o anche birra), altri hanno gridato i nomi dei corridori, che erano scritti a caratteri cubitali sui numeri dei partecipanti. Lungo tutto il percorso sono state organizzate 50 tappe per orchestre, dj, cantanti, che hanno tifato gli atleti dalla partenza del primo gruppo alle ore 13 fino alla chiusura dell'arrivo alle ore 19. Numerosi spettatori aiutati semplicemente dalla loro presenza: hanno osservato in silenzio i corridori, ma nei loro occhi si vedeva chiaramente l'emozione di ogni atleta.

Curiosità sulla Mezza Maratona di Göteborg 2018:

  • Il numero di iscritti alla mezza maratona - 56.893 (64% uomini, 36% donne), 40.036 persone hanno finito.
  • Il tempo medio per completare la distanza tra gli uomini è 1:54:52, le donne - 2: 07: 38.61 l'atleta ha partecipato ogni anno dal 1980.
  • La maggior parte dei concorrenti sono svedesi, ma un totale di 107 nazioni si sono iscritte alla gara.
  • 4000 volontari hanno aiutato a organizzare la competizione.
  • La Mezza Maratona di Göteborg è posizionata come una gara ecologica, ovvero piatti vegetariani, rifiuti riciclabili, raccolta differenziata.
  • Il concorrente più anziano è Holger Johansson, svedese di 86 anni, che ha terminato 4:04:18.
Esperienza personale: come ho corso la mia prima mezza maratona in Svezia

Foto: dall'archivio personale di Anna Burenkova

  • I primi posti sono stati conquistati dagli atleti dal Kenya e dall'Etiopia: tra gli uomini - il keniota Shadrak Kimining (1:01:31), tra le donne - Mezeret Belete Tola (1:09:16).

Preparazione: alcuni consigli

Raccomandazioni per la preparazione per la distanza di mezza maratona dall'allenatore del club di corsa Nike Alexei Lebedev :

La preparazione per la mezza maratona implica unalavoro. È importante identificare in anticipo i punti deboli, i muscoli o le articolazioni per concentrarsi sul loro sviluppo durante l'allenamento.
Il lavoro dovrebbe essere suddiviso in tre fasi:

Prima fase Esercizio aerobico : corse lunghe a un ritmo confortevole (il chilometraggio e la velocità vengono selezionati in base alla forma fisica). Aiuteranno a migliorare il meccanismo di trasporto di energia e ossigeno nel corpo.
La forma fisica generale contribuirà ad aumentare la forza di contrazione dei principali muscoli motori che spingono il corpo del corridore in avanti e, naturalmente, a rafforzare il sistema muscolo-scheletrico per prevenire entrambi infortuni passati così come infortuni derivanti da sovraccarico.
Seconda fase Aggiunta:
Allenamenti di velocità per aumentare le prestazioni del corpo abituandosi all'alta velocità.
Allenamenti di ritmo per imparare a mantenere alta qualità e tecnica a lungo termine distanza e aumentare la soglia del lattato in modo che bruciore e affaticamento muscolare arrivino più tardi del solito.
Fase tre 2-3 settimane prima della gara, riduci gradualmente il volume dell'allenamento, ma lascia che l'intensità della velocità e il ritmo siano abbastanza alti. Qui è già molto importante ricordare parole come massaggio, piscina, video di massaggi e mitico buon sonno.

E se non hai abbastanza motivazione, vieni a correre con la tua squadra, ad esempio, nel nuovo centro sportivo Nike Box Msk a Gorky Park. Una varietà di corse con allenatori professionisti e stimolatori darà energia, migliorerà la tua forma fisica e farà fronte a distanze che prima sembravano irraggiungibili.

4 motivi per assumere un RUNNING COACH

Messaggio precedente Voglio andare lì: un aeroplano dove passare la notte in cabina di pilotaggio
Post successivo Vuoi andarci: un hotel dove fare colazione con una giraffa