Rodchenkov ha ricevuto un Oscar: 3 film sportivi che hanno colpito il mondo

La 90esima cerimonia degli Academy Awards si è conclusa a Los Angeles. Questa volta l'ambita statuetta è stata assegnata anche a film su argomenti sportivi. Il miglior cortometraggio animato è stato Dear Basketball, e il miglior documentario è stato Icarus, un film sul doping nella squadra olimpica russa.

Dear Basketball

Questo cortometraggio animato racconta la storia di una star americana in pochi minuti basket Kobe Bryant. L'eroe del film scrive una lettera in versi, riferendosi al basket stesso. Racconta di come si è innamorato di questo sport e ha deciso di dedicarvi la sua vita, di come si è allenato e ottenuto risultati, e ora conclude la sua carriera dicendo addio al suo gioco preferito: ti amo sempre. Kobe.

Kobe Bryant è un leggendario giocatore NBA che ha giocato per i Los Angeles Lakers per 20 stagioni. Kobe è noto per le sue prestazioni super produttive. Durante la sua carriera sportiva, ha vinto 5 titoli di campionato, due volte l'oro olimpico, 18 volte ha preso parte a un all-star game e anche, insieme a Nike, ha rilasciato diverse paia di scarpe da basket chiamate in suo onore.

Ora Kobe ha ricevuto anche un Oscar per Dear Basketball come sceneggiatore e produttore di questo film. Il cartone animato è stato diretto da Glen Keane, che in precedenza aveva lavorato con la Disney.

Icarus

Il ciclista dilettante e regista americano Brian Vogel ha concepito per realizzare un film sul doping e mostrare come influisce sui risultati dell'atleta. Vogel era alla ricerca di esperti per la sua foto e così ha incontrato il personaggio principale del suo nastro, l'ex capo del Laboratorio antidoping di Mosca e l'informatore della WADA Grigory Rodchenkov.

Si può presumere che Icarus sia solo una rivisitazione video di un'intervista 2016 al New York Times, in cui Rodchenkov ha accusato le autorità russe di creare un sistema per l'utilizzo del doping da parte degli atleti. Sulla base di queste testimonianze, la commissione indipendente WADA ha presentato due rapporti e ha quasi lasciato i russi senza le Olimpiadi del 2016 a Rio e le Olimpiadi del 2018 a Pyeongchang, dove la nostra squadra è stata sotto una bandiera neutrale.

In precedenza, il nastro ha ricevuto il Premio Orwell e Premio del pubblico al Sundance Film Festival. Nel suo discorso alla cerimonia, Oscar Vogel ha annunciato che avrebbe dedicato la vittoria all'impavido informatore Grigory Rodchenkov, e ha aggiunto: Speriamo che il film "Icarus" apra gli occhi del mondo su ciò che sta accadendo in Russia e sul fatto che è necessario dire la verità, e oggi è più importante di quando -oppure.

Tra i candidati al premio cinematografico c'era un altro dramma sportivo: Tonya contro tutti . Allison Jenny, che interpretava la formidabile madre del pattinatore artistico americano Tony Harding, ha vinto la statuetta della migliore attrice non protagonista.

Messaggio precedente Tonya contro tutti: infatti, tutto era ancora più duro che nel film
Post successivo Full immersion nel mondo dell'estremo: il calendario del tuo weekend