Correndo dietro a Navalny? Politici che sono andati a correre e non sono riusciti a fermarsi

Durante la trasmissione della partita dei Mondiali 2018 tra Germania e Messico, l'ex capo allenatore della nazionale russa di calcio Leonid Slutsky, che ha fatto da telecronista, si è chiesto: Navalny gioca a calcio? Non esiste ancora una risposta esatta a questa domanda, ma ora sappiamo per certo che il video blogger dell'opposizione viene trascinato via correndo.

Come si è scoperto, Alexei ha iniziato a correre nell'estate del 2015 e nell'autunno dello stesso anno ha coperto la distanza per la prima volta in 10 chilometri. Abbiamo ricordato le personalità politiche coinvolte nella corsa e le situazioni che hanno dovuto affrontare a causa del loro hobby.

Correre per uno stile di vita sano

La politica ucraina Yulia Tymoshenko è da tempo abituata all'abitudine di correre la mattina ... Dopo essere tornata dalla prigione, ha ripreso l'addestramento. Nel settembre 2017 ha scommesso con il vicepresidente della Federazione ucraina di triathlon Andriy Onistrat che avrebbe potuto correre 10 chilometri, oggetto della disputa era una bottiglia di vino. Di conseguenza, invece di 10 chilometri, Tymoshenko ne ha percorsi 12 e quindi ha chiesto di raddoppiare il premio. Onistrata ha ammesso la sconfitta e ha osservato che il politico è in buona forma fisica. Secondo lui, il polso di Tymoshenko non ha superato i 150 battiti al minuto, Navalny ha qualcosa per cui lottare.

Lone Runner

Anche l'ex primo ministro britannico David Cameron fa regolarmente jogging per casa sua. Ma allo stesso tempo, non si attacca ai rapporti con altri corridori. Nell'ottobre 2014 l'allora primo ministro uscì dall'edificio del Leeds City Centre, accompagnato dalla sicurezza. Improvvisamente, ha visto che un uomo stava correndo nella sua direzione, la sicurezza non ha reagito e Cameron ha deciso che si trattava di un tentato tentativo di omicidio, ha spinto via il corridore quando si è avvicinato, e poi è subito salito in macchina. Le guardie hanno reagito dopo l'incidente, hanno arrestato il giovane e lo hanno consegnato alla polizia. Più tardi si è scoperto che Dean Farley, questo era il nome del corridore, non aveva intenti malevoli. Stava solo facendo jogging e si è imbattuto in un gruppo di persone in abiti formali. Per molto tempo, Dean non riuscì a capire cosa stesse succedendo e perché fosse stata prestata tanta attenzione a lui. Farley ha saputo di aver attaccato il Primo Ministro dalla polizia, un'ora dopo il suo arresto. Alla fine, l'incidente è stato messo a tacere e al colpevole è stato permesso di tornare a casa.

Gara presidenziale

Barack Obama è diventato il quarto presidente consecutivo a cui piace correre. Prima di lui, entrambi George W. Bush erano coinvolti in questo sport, così come Bill Clinton, che non ha smesso di praticare nemmeno durante i viaggi di lavoro, compreso correre lungo l'argine del fiume Moscova.

Ma molto probabilmente nessuno dei presidenti prima di Obama correva per la Casa Bianca. Il 44 ° presidente degli Stati Uniti fa regolarmente jogging al mattino e sua moglie ha avviato il progetto Let’s move, dedicato al motore aattività. A sostegno di questo progetto, il presidente in carica degli Stati Uniti, in compagnia del vicepresidente Joe Biden, ha organizzato una corsa presso la residenza ufficiale del presidente degli Stati Uniti.

Non si è fermato in tempo

Anche l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy fa regolarmente jogging. Ma il suo esempio dimostra che è necessario sapere quando fermarsi in tutto. Durante la sua presidenza, dopo una delle corse, il politico si è sentito male, ha lamentato capogiri, dopodiché è stato portato in ospedale. Fortunatamente, tutto ha funzionato, inoltre, dopo l'incidente, Sarkozy non ha rinunciato a fare sport, continua a correre regolarmente fino ad oggi.

Messaggio precedente 9 gare questa primavera: maratone, mezze maratone, piste di fondo e distanza per principianti
Post successivo Calendario gare 2019: dimostra che Mosca è una città per la corsa