Steve Sidwell: il calciatore che ha venduto Bentley e ha aperto un negozio per bambini

Centrocampista di Chelsea, Arsenal e Brighton. Un calciatore di talento con un gioco tecnico, molti premi e un padre premuroso: tutto questo è Steve Sidwell ...

Colpo di scena inaspettato

Quando Steve ha compiuto 35 anni, la sua carriera era in pieno svolgimento. Sembrerebbe, cos'altro può desiderare un giocatore ambizioso e richiesto? Ma il destino a volte non porta le sorprese più piacevoli. In una delle partite, Sidwell ha subito un grave infortunio alla schiena. Questo infortunio è diventato un test non solo per se stesso e per la squadra di calcio, ma anche per la famiglia dell'atleta.

Quando hai 35 anni e la vita è in pieno svolgimento, sembra che sarà sempre così. Ma se si verificano problemi, come trovare la forza di non fermarsi e andare avanti, qualunque cosa accada? Dopo l'operazione, i dolori alla schiena di Sidwell erano così gravi che a volte non riusciva nemmeno a chinarsi per lavarsi i denti, figuriamoci provare a ricominciare ad allenarsi.

Il calciatore ha pianificato di riabilitare rapidamente e recuperare le forze, e in finì per essere tenuto ostaggio della situazione. Nessuna attività fisica è una diagnosi terribile per una persona che, fin dall'infanzia, non poteva immaginare la sua vita senza sport. Che altro poteva fare? In che modo Sidwell non ha perso la fiducia in se stesso e ha continuato a combattere?

Sua moglie ha aiutato il calciatore. Era lì durante l'intero periodo di riabilitazione e un giorno ha detto semplicemente: Vendiamo la mia macchina? A proposito, Christell, la moglie di un giocatore di football, il proprietario di una Bentley. Una svolta inaspettata, non è vero? Quindi Sidwell fu sorpreso. Ma questo è solo all'inizio.

Più tardi, ha scoperto il piano di sua moglie e ha sostenuto completamente il suo progetto. Ecco il punto. Christell ama i bambini e i vestiti per neonati. Tutti questi piccoli fronzoli, fronzoli e cerchi le sono sempre sembrati carini. Quindi ha deciso di invitare il marito a creare la propria attività, un'azienda che crea e produce abbigliamento per bambini.

Azienda di famiglia

Dopo la vendita dell'auto, la coppia ha ottenuto il capitale iniziale. Ma è stato necessario riflettere sul design, sul packaging e su molti altri dettagli. E chi, se non i bambini stessi, può dire cosa gli piace? Sidwell ha quindi iniziato a chiedere ai giovani clienti quali colori e stili considerano di moda, ma allo stesso tempo comodi e pratici.

Così è nata a gennaio l'idea del marchio Blousey Baby. Una storia divertente è collegata alla comparsa del nome. Chris ha uno zio. La chiamava Blausy quando era solo una bambina. Così piccolo che era difficile trovare i vestiti giusti. Pertanto, suo zio in qualche modo le ha portato i vestiti per le bambole, vale a dire una camicetta. È stata questa situazione divertente che ha spinto Kristell a inventare il proprio nome per il marchio di abbigliamento, che alla fine è diventato un successo.

Finale felice

Steve Sidwell sta attualmente proseguendo la sua riabilitazione e sta cercando di tornare ad allenarsi nel calcio. È molto socievole, ama apparire nei media, condividere la sua storia e ama anche sua moglie e il loro nuovo progetto imprenditoriale. Blousey Baby è un abbigliamento per bambini che ha più di un semplice desiderio di realizzare profitti elevati.

Messaggio precedente Costoso vs economico: quanto costano gli abiti di atleti famosi?
Post successivo L'uomo su un milione. Quanto costano il whisky e gli abiti di McGregor?