'L'acqua di domani': parla Luca Mercalli

Il rovescio di uno stile di vita sano. Le conseguenze imprevedibili di una buona alimentazione

Oggi uno stile di vita sano e una corretta alimentazione stanno guadagnando popolarità. È diventato di moda mangiare cibi sani e rispettosi dell'ambiente: dalle storie di Instagram, gli utenti vengono assaliti da toast di avocado e il pranzo giusto, preparato in casa e portato al lavoro in un container. Le persone contano le calorie, programmano la loro dieta per diversi giorni in anticipo, vanno a caccia di cibi puliti. Alla ricerca del corpo perfetto, alcuni vanno oltre la ragione e vanno troppo oltre. Ti diremo quali disturbi psicologici possono nascondersi dietro la maschera di uno stile di vita sano.

Anoressia: avversione al cibo

Oggi la parola anoressia è sulla bocca di tutti, ma poche persone capiscono davvero di cosa si tratta come. È spesso usato come un insulto a una ragazza (o ragazzo) presumibilmente troppo magra. Tuttavia, è un grave disturbo psicogeno (cioè psicologicamente indotto). Inoltre, non sta tanto nella magrezza esterna quanto nell'atteggiamento di una persona verso il cibo: perdita di appetito, rifiuto di mangiare, anche quando la sua mancanza diventa evidente. Persone di qualsiasi taglia possono soffrire di questo disturbo. Questo tipo di anoressia, con tutti i sintomi diversi da una significativa perdita di peso, è definito atipico.

Nella ricerca della giusta quantità di calorie, alcune persone che cercano di mantenere uno stile di vita sano possono spingersi troppo oltre. Ad esempio, si fissano una tariffa giornaliera estremamente bassa, a causa della quale sono malnutriti o addirittura affamati. Un forte desiderio di possedere forme ideali, secondo idee soggettive, può influenzare negativamente la percezione di una persona del proprio corpo e dei suoi bisogni, distorcerlo e provocare anoressia.

Il rovescio di uno stile di vita sano. Le conseguenze imprevedibili di una buona alimentazione

Foto: istockphoto.com

Tra i principali segni di anoressia ci sono :

  • negare il problema;
  • costante sensazione di pienezza;
  • violazione delle abitudini alimentari (ad esempio, mangiare in piedi, da soli o l'abitudine di dividere il cibo in piccoli pezzi);
  • disturbi del sonno;
  • panico (ingrassare, mangiare, guardarsi allo specchio);
  • depressione;
  • rabbia o risentimento irragionevoli;
  • un improvviso fascino per argomenti legati al cibo (ad esempio, una passione per la cucina: una persona prepara pasti sontuosi per la famiglia e gli amici senza mangiarli personalmente);
  • cambiamenti nella vita sociale: una persona cerca di evitare incontri con amici, pasti comuni, inizia a comunicare meno con i propri cari;
  • diminuzione dell'attività.

Rebecca Lean , meglio conosciuta su YouTube come Rebecca Jane, è una ragazza che soffre di anoressia da diversi anni. Condivide i suoi successi sui social network. Il blogger non solo parla di come affronta la sua frustrazione, ma gira anche video distratti. Questo aiuta Rebecca a evitare di perdere il suo recupero di peso critico.

Bulimia: eccesso di cibo e ripagamento del mangiato

Un altro disturbo alimentare comune è la bulimia. Le persone con questa condizione sono estremamente preoccupate per il loro peso. Di norma mangiano molto, ma poi, per compensare ciò che hanno mangiato, inducono artificialmente il vomito. Possono anche usare lassativi o diuretici, clisteri e sovraccarico di esercizio per perdere cibo.

La bulimia è più comune tra le ragazze adolescenti e le giovani donne, che prestano un'attenzione malsana al loro peso e alla loro forma. Spesso questo disturbo si manifesta sullo sfondo di una percezione distorta del cibo: il cibo non è una fonte necessaria di energia e nutrienti, ma come un piacere e una cattiva abitudine.

In un'azienda, i pazienti bulimici di solito mangiano il cibo giusto e in piccole porzioni. Tuttavia, essendo soli con se stessi, consumano grandi quantità di cibo ipercalorico, cioè mangiano troppo. Dopo tali esaurimenti, una persona prova un senso di colpa, teme di riprendersi invariabilmente e quindi di sbarazzarsi di ciò che ha mangiato in modo così radicale.

Le persone con bulimia spesso lo nascondono, ma il disturbo può essere riconosciuto da alcuni segni :

  • lamentele di essere in sovrappeso (anche se non lo sono);
  • percezione distorta del proprio corpo;
  • mangiare grandi quantità di cibo (soprattutto grasso, dolce, ipercalorico) in un pasto;
  • la persona cerca di non mangiare in luoghi pubblici e in presenza di altre persone;
  • va in bagno subito dopo aver mangiato;
  • sono presenti ferite, cicatrici o duroni visibili sulle mani (a causa del vomito costante);
  • danni a denti e gengive.

Una ragazza del Regno Unito di nome Shannie scrive un blog su com'è combattere la bulimia per quasi 20 anni. Non è ancora riuscita a sconfiggere completamente la malattia, ma la ragazza non si arrende e ispira gli altri a farlo.

Shanni sta cercando di aumentare la consapevolezza sui disturbi alimentari. Nel 2016, un blogger ha filmato un video One Day in the Life of a Bulimic Sufferer per mostrare cosa si nasconde dietro la bellissima facciata. Durante l'intero video, la giornata, non fa altro che mangiare, pesarsi e sbarazzarsi del cibo.

Nella descrizione del video, Shanni attira l'attenzione degli spettatori sul fatto che in nessun caso mostra come farlo , ma, al contrario, vuole spiegare chiaramente di cosa è irto un tale disturbo.

Ortoressia: fissazione su una corretta alimentazione

Se molti hanno sentito parlare di anoressia e bulimia, allora con il terminel'ortoressia è molto rara. Questo è anche un tipo di disturbo alimentare. La sua particolarità sta nel fatto che una persona è ossessionata dal cibo più sano e corretto. Infatti, l'approccio all'alimentazione delle persone che soffrono di ortoressia difficilmente può essere definito sano: un'ossessione limita fortemente la scelta dei cibi e ti fa pensare costantemente se stai mangiando abbastanza bene, se hai saltato un pasto programmato e come compensare una mela mangiata in eccesso rispetto alla norma.

Oggi, l'ortoressia non è ufficialmente una malattia, ma è ampiamente utilizzata dagli specialisti come termine. I segni di questo disturbo possono includere :

  • la scelta dei prodotti in base non alle preferenze di gusto personale, ma alla loro utilità;
  • la divisione degli alimenti in utili, che possono e devono essere mangiati, e dannosi, che non devono essere consumati in nessuna circostanza;
  • inventarsi punizioni per un'alimentazione scorretta;
  • pianificare il menu con alcuni giorni di anticipo;
  • rigorosa attenzione ai metodi di cottura, ai propri rituali (ad esempio, la tavola deve essere in ceramica);
  • un senso di superiorità su coloro che non aderiscono a quella che crede essere la dieta corretta.

Una ragazza di nome Meg ha affrontato l'ortoressia. Poco più di un anno fa, ha mangiato cibo eccezionalmente sano e pulito e ha fatto molto esercizio per mantenersi in forma. Anche in vacanza, Mag ha sempre corso 16 km su un tapis roulant ogni due giorni.

Il rovescio di uno stile di vita sano. Le conseguenze imprevedibili di una buona alimentazione

Nella foto a sinistra, Meg mangia solo i cibi giusti ... A destra: si concede tutto ciò che vuole.

Foto: instagram.com/instacarbs_

Fai attenzione a questo e sbarazzati di faddles ragazza iniziato un anno e mezzo fa. Nonostante abbia guadagnato peso da allora, Meg si sente molto meglio e più se stessa. Come scrive lei stessa sul suo Instagram, il suo rapporto con la persona amata e gli amici è migliorato. Ora può finalmente godersi la vita e mangiare in pubblico senza paura di attacchi di panico.

La Drancorexia è alcolismo?

La Drancorexia è un altro disturbo alimentare impopolare. Il nome deriva dalla parola inglese ubriaco - ubriaco e le deviazioni si manifestano nel fatto che una persona preferisce sostituire i pasti con l'alcol. Di norma, i drankorexics sono molto preoccupati per il loro peso, sono presi dal panico, hanno paura di ingrassare e soffrono anche di depressione. Questo disturbo è più comune tra le ragazze adolescenti: rifiutandosi di mangiare, risparmiano non solo i soldi per comprare alcolici con loro, ma anche spazio nello stomaco per non ingrassare.

Il rovescio di uno stile di vita sano. Le conseguenze imprevedibili di una buona alimentazione

Foto: istockphoto.com

In effetti, drancorexia combina i sintomi dell'anoressia e dell'alcolismo. Pertanto, il danno da questo disturbo è doppio.Sebbene al momento la drancorexia non sia ufficialmente riconosciuta come una malattia, ci sono alcuni segni di questa deviazione:

  • rifiuto regolare di mangiare;
  • occhi rossi, viso gonfio e macchie su di esso;
  • stretto controllo della quantità di calorie consumate;
  • a volte, per non aumentare di peso dopo aver bevuto alcolici, un drankoressico può esaurirsi con esercizi fisici per smaltire le calorie;
  • Bere deliberatamente grandi quantità di alcol per indurre il vomito e sbarazzarsi del cibo precedentemente mangiato.

Una Lindsay Hall americana ha affrontato la drancorexia. Mentre era al college, lei, come molti suoi amici, ha cercato di condurre uno stile di vita sano: ha lavorato duramente in palestra e ha contato le calorie. Allo stesso tempo, la ragazza non poteva rifiutare feste in cui abusava di bevande alcoliche e periodicamente si rompeva, mangiando troppo snack dannosi. Per diversi anni, Hall soffriva di disturbi alimentari: anoressia e bulimia, e la sua dipendenza da alcol non faceva che peggiorare la situazione.

Il rovescio di uno stile di vita sano. Le conseguenze imprevedibili di una buona alimentazione

Lindsay soffriva di drancorexia per diversi anni .

Foto: facebook.com/lindseyhallwrites

Le conseguenze per il corpo di Lindsey si sono rivelate significative: danni alle ossa - nove crepe, un esofago rotto ed estremamente basso livello di elettroliti nel sangue.

Lindsay ha 27 anni ed è ancora sulla buona strada per il completo recupero. Nonostante la remissione, Hall non ha rinunciato completamente all'alcol, ma ora ne controlla il consumo e, come osserva la ragazza stessa, lo fa con saggezza.

Una corretta alimentazione. Come non andare troppo lontano?

Superfood, evitare zucchero, carne e latticini, digiuno intermittente: tutto questo funziona in modo diverso per ogni persona: aiuta qualcuno e può danneggiare qualcuno. Oggi, quando un programma nutrizionale può essere ottenuto semplicemente scaricando un'applicazione, è particolarmente importante sapere quando fermarsi e capire cosa è meglio e più utile specificamente per te. La nutrizionista Anna Berseneva ha detto al Campionato come non andare troppo lontano alla ricerca di un corpo ideale.

Anna preferisce un'alimentazione armoniosa a una corretta alimentazione, perché in armonia non possono esserci violenza e sofferenza. Se una persona sceglie questa opzione, mostra preoccupazione per il proprio corpo e amore per esso. Con questo approccio alla scelta della nutrizione, si escludono guasti ed eccessi, ritiene il nutrizionista.

Per capire se si sta mangiando in modo corretto ed equilibrato, basta ascoltare se stessi. Dopo aver mangiato, non dovrebbero esserci pesantezza, debolezza, desiderio di addormentarsi il prima possibile. Una sensazione di piacevole leggera sazietà, vigore e calma emotiva: è così che dovremmo sentirci dopo cena, dice Anna.

Per quanto riguarda l'apporto calorico giornaliero, la cifra ambita è diversa per tutti e dipende da molti fattori.

In ogni caso, un nutrizionistasconsiglia di ridurre la quantità di calorie consumate al di sotto di 1700 kcal (per gli uomini) e 1500 kcal (per le donne), anche se è necessario dimagrire molto.

La regola principale a cui Anna consiglia di attenersi è che è più calma riguardo alle situazioni in cui vuole (o devi) deviare dal regime. Le eccezioni, o, come le chiama Anna, i giorni di disobbedienza, non danneggeranno in alcun modo il programma nutrizionale. Se li tratti con leggerezza e umorismo, questo non accadrà spesso. Una corretta alimentazione non deve diventare il senso della vita: è solo uno strumento che ti permette di avere molta energia e forza per ottenere il massimo dalla vita.

La Prima Cosa che Vedi Rivela La Verità su di Te

Messaggio precedente Proteste di massa. Perché le persone sono contrarie alle competizioni internazionali in casa?
Post successivo L'amore nella lingua del calcio. Gli atti più romantici delle star dello sport