Fango 2 giorni da cinghiali 2017

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

Un nuovo evento è apparso nel calendario della Running Community - Krylatsky trail , che si svolgerà molto presto, il 27 ottobre, nel parco delle colline di Krylatsky. Per molti, questa gara sarà una grande opportunità per aggiungere varietà all'esperienza di corsa fuori stagione e ottenere una scarica di adrenalina. Eppure, non tutti i runner decidono di fare trail running. Dopo tutto, percorsi specifici corrono lungo un terreno naturale e includono ostacoli come salite brusche, discese, sabbia, fango e guadi.

Alla vigilia del sentiero Krylatsky, abbiamo parlato con il coordinatore dell'allenamento della comunità Running Milan Miletic e abbiamo imparato come prepararti adeguatamente per la gara, se hai ancora il coraggio di mettere alla prova la tua forza su terreni accidentati.

Cosa aspettarsi da una corsa su pista?

La prima cosa che incontrerai su una distanza di sentiero è una pista abbastanza difficile. A differenza di un'autostrada pianeggiante, contiene discese, salite e altri ostacoli naturali. Nonostante la prevalenza e la disponibilità di terreni accidentati, gli organizzatori di trail dedicano molto tempo alla scelta di una località.

Milano: Nella scelta di una località, l'accessibilità, l'attrattiva del paesaggio e la complessità del percorso sono importanti. Certo, dovrebbero esserci ostacoli di diversi livelli alla distanza, ma dovresti evitare quelli che possono essere traumatici o tecnicamente difficili. I sentieri facili sono sufficienti per rendere divertente la tua corsa.

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

Il primo trail e come sopravvivere: 15 cose da sapere questo

Le nostre funzioni principali per cui essere preparati quando ci si registra per un percorso.

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

Un giorno prima della maratona: come prepararsi per correre la corsa fino alla fine

Carico di carboidrati, distribuzione dell'energia, attrezzatura giusta e altri suggerimenti di un corridore esperto.

Funzioni di allenamento al sentiero

La preparazione per una corsa su pista è molto diversa dall'allenamento normale. Nel caso di un sentiero, la pratica della corsa su asfalto sarà inefficace.

Milano: In primo luogo, quando ci si prepara per il trail, è meglio scegliere di correre in parchi e colline - luoghi dove sono presenti ostacoli naturali: cambi di quota, pozzanghere e fango, dossi, fuoristrada. In secondo luogo, a causa della complessità del percorso, è importante prestare attenzione agli esercizi di allenamento fisico, con particolare attenzione al rafforzamento dei muscoli delle gambe.

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

Foto: istockphoto.com

Il tempo necessario per pianificare allenamenti di corsa strettamente mirati dipende direttamente dalla lunghezza della distanza della gara imminente.

Milan: Più lunga è la distanza, prima inizi ad allenarti. Diciamo, per prepararci per il sentiero più semplice - daDa 4 a 15 km: ci vorranno circa tre mesi. Ci vuole più tempo per prepararsi a distanze più lunghe e difficili: circa un anno o due anni.

Oltre all'allenamento fisico, è importante prestare attenzione ad attrezzature speciali. Ad esempio, non è necessario acquistare scarpe da ginnastica per terra, ma è consigliabile. Riducono il rischio di lesioni, riducono i costi energetici e ti fanno sentire più sicuro a distanza. Queste sneakers sono molto pratiche: puoi allenarti con esse tutto l'anno. Il resto dell'attrezzatura da trail rimane la stessa delle corse normali.

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

È ora di riscaldarsi. Cosa indossare per una corsa in autunno?

Selezioniamo attrezzature in cui sicuramente non ti congelerai.

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

L'inverno sta arrivando: 4 outfit per attività indoor e outdoor

Scegliere un kit per fitness, crossfit e running.

Cosa fare se non lo faccio mai hai corso gare di trail, ma lo volevi davvero?

Ogni corridore ha i suoi metodi che aiutano a rendere la distanza il più facile possibile. Se hai intenzione di prendere parte al trail run per la prima volta, allora, prima di tutto, ti consigliamo di esercitarti molto e con determinazione.

Tra fango e guadi: come prepararsi per la partenza?

Foto: istockphoto.com

Milan: consiglierei di allenarti 3-4 volte a settimana. Di questi, su due o tre, devi correre 4-6 km e su uno - fino a 10 km. Inoltre, prima di iniziare le lezioni, devi visitare un medico per assicurarti di essere in buona salute e che tali carichi non siano controindicati per te. E anche sul sentiero è molto importante imparare ad alternare la corsa con un passo del polso fino a 140 battiti al minuto.

Superare la prima distanza lungo il rilievo naturale, lavorare non per un po ', ma per la qualità della corsa e il proprio comfort. Assicurati di guardare il tuo passo e prendi il tuo tempo per evitare lesioni, specialmente in luoghi pericolosi. Raccogli vestiti davvero comodi e in nessun caso vai all'inizio indossando cose nuove, non ancora indossate. Ricorda che il segreto più importante di un percorso di successo è la capacità di correre per divertimento e secondo la tua volontà.

Che effetto fa un'auto da rally a 200 km/h in sterrato? Hyundai i20 WRC

Messaggio precedente Nel cuore della capitale: sentieri panoramici per jogging in autunno
Post successivo Nuovo record nella maratona. Non poteva essere picchiato per 16 anni