Il vantaggio della musica per l’allenamento

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Per la prima volta, nel 1911, le persone pensavano al ruolo della musica durante l'allenamento. Poi lo scienziato americano Leonard Ayres ha scoperto che i ciclisti andavano più veloci quando la musica suonava e più lenti, in completo silenzio. Oggi non sorprenderai nessuno con le cuffie in palestra e nei servizi musicali puoi trovare playlist separate per ogni sport per tutti i gusti. Capiremo come i tuoi brani preferiti influenzano il cervello, se la musica aumenta davvero l'efficacia dell'allenamento e quali generi vengono scelti più spesso per diversi tipi di carico. Il Wellness Coach ed esperto del Campionato Andrey Semeshov ci aiuta in questo.

La musica può aumentare l'efficienza dell'allenamento?

A volte è difficile stare fermi quando si è la tua canzone preferita è riprodotta dall'altoparlante o dalle cuffie. Alcuni iniziano immediatamente a oscillare al ritmo o battere il ritmo con le dita, mentre altri ballano. C'è una spiegazione molto reale per questo. Il fatto è che nel cervello umano ci sono connessioni dirette tra i neuroni uditivi e motori. Ascoltare la musica che ti piace stimola le aree del cervello che sono importanti per la coordinazione motoria. Alcuni ricercatori ritengono che il desiderio istintivo delle persone di muoversi nel tempo sia dovuto a questa interferenza neurale.

Il Dr. Marcelo Bigliassi dell'Università di San Paolo in Brasile ha studiato a lungo la relazione tra stimoli audiovisivi e fisici condizioni durante l'esercizio. Ha scoperto che ascoltare la musica promuove uno stato positivo, riduce la sensazione di affaticamento e aumenta le prestazioni fisiche. Il dottor Bigliassi ritiene inoltre che il cervello possa minimizzare i sentimenti di tensione. Sotto l'influenza della musica, altera gli impulsi nervosi inviati ai muscoli che lavorano e blocca i segnali corporei negativi.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Foto: istockphoto.com

Così, la musica compete con gli impulsi di sovraccarico che il corpo invia e li fa retrocedere in sottofondo. Con la playlist giusta non diventerai meno stanco in palestra, ma le melodie incoraggianti del tuo artista preferito ti aiuteranno sicuramente a dimenticare la fatica, almeno per un po '.

Nonostante i risultati della ricerca Bigliassi, molti atleti e allenatori preferiscono non lasciarsi distrarre dalla musica ed esercitati in silenzio.

Andrey: Musica: si tratta più che altro di permettere, ad esempio, di andare oltre le attuali capacità fisiche. Ad esempio, un hard rock potente ti fa letteralmente spremere un'altra ripetizione attraverso che non posso. Il segreto è mantenere la musica come ultimo mecenate. Cioè, non mettere le cuffie in ogni normale allenamento di forza, ma tirale fuori dalla borsa solo in occasioni speciali.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Come perdere peso in 4 minuti al giorno? Allenamento rapido per bruciare i grassi

La sudorazione in palestra non è più necessaria.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Esercizio di digiuno. Dovresti correre a stomaco vuoto?

L'allenatore risponde se ti aiuterà a perdere peso o a danneggiare la tua salute.

Rilascio di dopamina mentre ascolti i tuoi brani preferiti

A volte una canzone ascoltata in tempo può caricarti di umore per l'intera giornata. O viceversa: tristi motivi che scivolano accidentalmente nella playlist scoraggeranno il desiderio non solo di allenarsi, ma anche di uscire di casa. Si tratta di dopamina, il cosiddetto ormone della felicità.

Per verificarlo, un team internazionale di ricercatori ha condotto un esperimento. Vi hanno partecipato 27 volontari, divisi in tre gruppi. Al primo gruppo è stato somministrato un farmaco che aumenta la produzione di dopamina, al secondo è stato somministrato un farmaco con effetto opposto e al terzo è stato somministrato un placebo. Successivamente, tutti i partecipanti hanno ascoltato i loro brani preferiti. Di conseguenza, il primo ha subito avuto la pelle d'oca durante l'ascolto e il livello di attività nell'area del cervello responsabile delle funzioni motorie è aumentato bruscamente. Uno degli autori dello studio, Laura Ferreri, assistente professore di psicologia cognitiva presso l'Università di Lione, ha dichiarato:

In che modo la musica influisce sulla corsa?

Come risultato dell'evoluzione, il cervello umano ha imparato a bloccare automaticamente qualsiasi sforzo non diretto sono legati alla sopravvivenza. Nella psicofarmacologia americana, è persino apparso un termine speciale per questo fenomeno: incoerenza evolutiva. In parole povere, mentre viviamo nel 2019, il nostro cervello è ancora sintonizzato sulle modalità preistoriche per alcuni aspetti. È qui che seguono i giorni in cui sembra che nulla ti costringerà ad allenarti. Nient'altro che la playlist che ti piace.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Foto: istockphoto.com

Carica di energia musicale - non uno scherzo o un mito. Ciò è supportato dalla ricerca sul ruolo della musica nella corsa a breve distanza. Scienziati brasiliani e spagnoli hanno scoperto che le composizioni preferite aiutano i corridori a sintonizzarsi per una distanza e resistere ai carichi più facilmente. L'American Track & Field Association (USATF) praticamente equipara la musica a un tipo separato di doping e dal 2009 ha permesso ai giocatori di essere utilizzati solo durante le maratone amatoriali che non prevedono premi.

Nel 1998, l'atleta Haile Gebreselassie dall'Etiopia con la musica ha spiegato il suo record nella corsa di 2000 metri. Secondo lui, uno dei successi degli anni Novanta, la canzone Scatman di John Scatman, lo ha aiutato ad accelerare. Era la sua Gebreselassie che canticchiava durante la gara.

La musica ha un effetto negativo sull'attività fisica?

Alcuni ricercatori ritengono che la musica influenzi negativamente le prestazioni durante l'esercizioa dondolo. Secondo loro, una persona non può concentrarsi completamente su nessuno dei compiti. Il sociologo sportivo Jim Denison pensa di sì. È sicuro che le cuffie interferiscano con la concentrazione sulla corsa e lo privino della componente meditativa. Denison pensa anche che una persona si abitua gradualmente a una certa colonna sonora così tanto che non può più allenarsi senza musica.

Andrey: Non ho idea di come durante l'allenamento personale tu possa combinare lavorare con un cliente e ascoltare musica. Se una persona si rivolge a un allenatore, è logico, secondo me, essere in costante comunicazione con lui durante le lezioni. Io stesso raramente tolgo le cuffie durante l'allenamento della forza, alcune volte all'anno. Quando non hai davvero forza, ma devi sforzarti.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Pensieri che ti impediscono di fare sport

Butta via Togliti dalla testa queste impostazioni e vai in palestra.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

La ricreazione è essenziale. Perché hai bisogno di un allenamento di recupero?

Qualunque sia l'obiettivo, è improbabile che tu possa ottenere il risultato desiderato senza di loro.

Deep house - per intervallo, ambiente - per yoga

Mentre l'effetto complessivo della musica sull'allenamento può essere semplificato con una formula come quella utile, generi diversi funzioneranno bene sotto un tipo di carico e interferiranno con un altro. È improbabile che qualcuno faccia stretching al dubstep o spinga il bilanciere ai classici russi.

Quando si sceglie una playlist per l'allenamento, è del tutto possibile ascoltare l'opinione pubblica. Per l'interval training, è meglio scegliere qualcosa che sia abbastanza ritmico e veloce. Ad esempio, funk, reggaeton, hip-hop o deep house. I brani con ritmi luminosi ed energici ti aiuteranno a superare i pigri che non vogliono e magari a fare un altro set in un esercizio estenuante.

Quando si sceglie la musica per lo yoga o lo stretching, è meglio dare la preferenza a calma e composizioni lisce. Etnoelettronica, elettronica, ambient sono adatte.

Se non ti separi con il tuo musicista (impermeabile, ovviamente) anche in piscina, allora dovresti scegliere il mezzo d'oro: canzoni ritmiche, ma non veloci. Ad esempio, lounge, reggae, indie, pop, soul, funk o pop-rock.

Quando crei la playlist perfetta per il tuo allenamento, puoi (e dovresti) fare affidamento non solo sul genere, ma anche sul ritmo delle canzoni. Si misura in BPM - battiti al minuto - battiti al minuto. Determinato utilizzando applicazioni speciali. Per allenamenti intensi, i brani con valori compresi tra 130 e 180 BPM sono considerati ideali. Ma alla fine, tutto dipende dalla canzone specifica e dalle preferenze della persona.

La playlist perfetta per correre

Rispetto ad altri esercizi, la corsa è monotona e non sempre divertente... L'allenatore del benessere Andrey Semeshov condivide questa opinione. Sa come affrontare la noia e diversificare gli allenamenti cardio.

Andrey: Non posso correre senza musica. Questa attività mi sembra troppo monotona e la musica distrae. Alcuni anni fa ho scoperto il podcast Podrunner, creato dallo scrittore e DJ Steve Boyett. Puoi scegliere la colonna sonora in base a qualsiasi ritmo e durata del cardio. Ti consiglio di provare se non ci sono pregiudizi nei confronti della musica elettronica.

Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Foto: istockphoto.com

Inoltre, sul sito web del progetto, è possibile ordinare le tracce sia per frequenza di battimento che per livello di allenamento dell'atleta. Ad esempio, per i corridori principianti, Podrunner offre questo mix:

  1. Giovanni Damico - Bernauer
  2. SP - Tempesta
  3. Lenny Barnes - Broken Glass (Instrumental Mix)
  4. Lex Loofah - Super Cali
  5. Robien M - Autumn Rain
  6. Soulboy - The Connection
Al massimo: come la musica influisce sull'allenamento

Beat the City: esegui playlist dei migliori DJ

Come la musica può influire sulla tua risultato? Trattare con esperti.

Correre di mattina o pomeriggio, a che ora è meglio allenarsi? e di sera? un'analisi psicologica

Messaggio precedente Transform Man: The Amazing Metamorphoses of Christian Bale
Post successivo Costi minimi. Come perdere peso facendo esercizio senza attrezzatura