PROGRAMMA FACILE PER INIZIARE A CORRERE

Trail running: 4 storie che ti faranno innamorare del trail running

Il 17 giugno si è svolta la Sport-Marathon Trail , una corsa campestre di 10, 35, 55 e 106 km nel parco artistico Nikola-Lenivets nella regione di Kaluga. Il campionato ha condotto una ricognizione in vigore: ho corso 10 km, ho incontrato amici al traguardo di ogni distanza e ho chiesto loro come superare tali distanze, sopravvivere nella lotta contro il sole cocente e gli insetti e non smettere di amare la corsa.

Il sentiero è romanticismo: ci sono campi infiniti, foreste, uccelli che cantano, l'erba fruscia e corri senza fine, osservi la natura, ne diventi parte, soprattutto quando ti trovi tagliato fuori da un gruppo di corridori - bellezza! Voglio condividere le storie di persone che non percorrono i sentieri per primo, ma per divertimento, perché una volta sono state queste storie vive che mi hanno aiutato a passare dall'autostrada alla corsa naturale e ad innamorarmi del trail running.

Ekaterina Khromova, Rotunda distanza - 10 km

L'ultima volta che ho corso il sentiero tre anni fa e anche qui, a Nikola-Lenivets. Allora mi stavo preparando per una maratona a Berlino e ho pensato che sarebbe stata una buona idea correre 30 km come allenamento. L'esperienza, ovviamente, è specifica, ma per qualche motivo volevo davvero ripeterla a una distanza minore.
Ci vuole molto tempo per arrivare nella regione di Kaluga, ma la natura e il parco artistico ne valgono la pena. Tutto ciò di cui hai bisogno per la vita è a pochi passi: un bar, docce, servizi igienici, una città di partenza, un campeggio, ecc. A Nikola-Lenivets, il festival Archstoyanie si tiene ogni anno, quindi ci sono molte strutture insolite nel parco e la pista corre vicino a tutti gli oggetti. I miei amici e io abbiamo affittato tende molto vicino alla città di partenza. Sabato ci siamo riposati, abbiamo camminato e domenica, gli allegri e hanno dormito percorrevano distanze modeste per divertimento e siamo tornati a Mosca.
Faceva caldo, c'erano insetti succhiatori di sangue, ma non un solo tafano mi ha morso tra i primi dieci, ma i ragazzi da distanze maggiori, probabilmente capito. Per qualche motivo non c'era punto di ristoro e senza acqua sotto il sole cocente era dura, soprattutto per i corridori alle prime armi. Tuttavia, la prossima volta andrò sicuramente, prendo solo dell'acqua con me e non correrò più di 10 km.

Anastasia Konovalova, distanza Mobius Trail - 35 km

Una settimana prima della partenza mi è stato chiesto se stavo correndo lo Sport-Marafon Trail. Ho pensato: strano, perché non corro? - e registrato, ha invitato anche gli amici con me a prenderli e fare compagnia. Naturalmente, non mi ero preparato appositamente per la gara, ma pensavo che la mia base di allenamento sarebbe stata sufficiente.

Fin dall'inizio, c'erano un mucchio di pensieri nella mia testa. Ero in ritardo, ho scelto la modalità sbagliata sull'orologio, poi dopo 1 km me ne sono accorto e ho ripreso ad allenarmi. I primi 10 km, per qualche motivo, l'idratatore non funzionava, e ho pensato che fosse tutto per farmi dispetto, un tale caldo, ed ero senza acqua. Poi è iniziato il bosco tanto atteso: mi sono semplicemente goduto la pista e il fatto chequanto bene ha funzionato. Il canto degli uccelli, il vento, il fruscio dell'erba, il ronzio dei moscerini, i tortuosi sentieri forestali, la capacità di stare da soli con noi stessi e la natura per molti chilometri: questo è ciò per cui tutti noi amiamo i sentieri e li percorriamo ancora e ancora!
Sono felice di tutto, mi sono sentito a mio agio: il cibo nei punti di ristoro è delizioso, c'era abbastanza acqua per tutti, i segni erano molto precisi. Il negozio Sport-Marathon è fantastico, quindi la gara è stata all'altezza. Gli oggetti d'arte non sono stati toccati fino in fondo, ma il posto per la gara era buono. Ero pronto a tutto, quindi non ho pensato di mollare, anche su una ripida collina prima del traguardo. L'esperienza di corsa e l'amore per le avventure non hanno deluso. Ora voglio correre di più, ma su una distanza maggiore.

Svetlana Lysenko, distance Heat Bird - 55 km

Avendo vinto uno slot su questo percorso, ho voluto scegliere 35 km. Ma dopo aver parlato con un amico con cui ho corso parte dell'Elton Volgabus Ultra-Trail, ho cambiato lo slot per una distanza più lunga. La gara a Nikola-Lenivets non era programmata, ma ero pronto per le lunghe distanze, perché mi sono allenato tutto l'inverno, ho corso due maratone e due ultra trail.

Per chi corre con partenze naturali estive, consiglierei di gestire tutto cose contro gli insetti in anticipo e non dimenticare di portare con te una scorta di cibo e acqua. Anche se gli organizzatori di questa gara hanno tenuto conto di tutto: hanno reso felici i punti di ristoro, e un vantaggio separato sono state le docce vicino alla città di partenza e il grano saraceno al traguardo con carne e senza carne per i vegetariani. Sul sentiero primaverile di Nikola-Lenivets, per la prima volta nella storia della partecipazione alle gare, ho lasciato la distanza di 42 km, la colpa è stata il crollo del tempo. Ma ora mi sono vendicato e ho anche preso il quinto posto tra le donne! Durante la gara, il pensiero del ritiro non mi è venuto in mente, non importa quanto fosse doloroso o difficile. Naturalmente vorrei correre senza infortuni precedenti, ma questo risultato è piaciuto anche a me.
Un ringraziamento speciale agli organizzatori per la partenza dei bambini. Medaglie intere, magliette dello sponsor Mizuno, come gli adulti e, naturalmente, un enorme alce morbido che ha rallegrato tutto il viaggio fino a suo figlio.

Fedor Andreyanov, distanza Bobourg - 106 km

Quest'anno non c'erano percorsi lunghi nel mio programma di corsa, ma c'era una settimana libera e ho deciso di iscrivermi a questa gara. Ci sono state molte buone recensioni sul sentiero invernale a Nikola-Lenivets, inoltre, gli organizzatori Anton Zhilin e Kristina Potapova hanno illuminato brillantemente la prossima gara sul Web: foto dalla distanza e storie sulla pista mi hanno convinto a partecipare, volevo vedere e sentire tutto ciò che la squadra aveva preparato organizzatori. Avevo già esperienza con gli ultra trail, quindi sapevo che avrei potuto finire. Ma se la decisione di correre non fosse stata spontanea, mi sarei preparata per circa quattro mesi.
Volevo trarre il massimo piacere dalla corsa, ma il sole cocente era molto inquietante. A volte non c'era più forza per combattere e doveva ingannare la coscienza in ogni modo possibile, convincendosi che prestoci sarà una foresta con un'ombra dentro, ecc. Il caldo ha peggiorato il risultato. La prossima volta che correrò (probabilmente anche 106 km), porterò sicuramente con me delle ampolle con magnesio e pastiglie di sale.

Dovevo ammirare l'Art Park in fuga, e mi è piaciuto: l'ho persino guardato sull'Arco del Bernasconi e svoltava. Ma i segni erano fantastici e ho capito rapidamente dove andare dopo. In generale, lo Sport-Marafon Trail è organizzato ad alto livello. Nella città di partenza c'era tutto il necessario per la corsa, i volontari hanno aiutato in luoghi difficili di orienteering e dove i bravi locali hanno rimosso le indicazioni, gli organizzatori li hanno rapidamente ripristinati. La gara è stata ideata e condotta da ragazzi molto reattivi e gentili, pronti a supportare e aiutare tutti. Il percorso ha lasciato solo emozioni positive!

Il prossimo X-Race Wild Trail si terrà l'8 luglio. Non sono i campi pianeggianti di Nikola-Lenivets che promettono, ma qualcosa di più interessante: colline, guadi, zone paludose, alberi caduti e i sentieri preferiti da tutti attraverso boschi e campi. La registrazione è aperta fino al 4 luglio, affrettati!

The Guy Who Didn't Like Musicals

Messaggio precedente Come preparare il tuo bambino alla prima gara: 4 consigli per i genitori
Post successivo Alina Khomich: Mi dedico interamente ai bambini e al calcio