Come si diventa astronauti? Viaggio a 360° nei moduli di addestramento dell'ESA

Prove ultraterrene. Come si allenano gli astronauti

Quasi un uomo su due durante l'infanzia sognava di diventare un astronauta e conquistare le vaste distese della nostra galassia. Questa storia d'amore poco studiata è sempre stata particolarmente attraente, ma guadagnarsi un posto tra coloro che vanno nello spazio è abbastanza difficile. La professione del cosmonauta prevede uno stress costante sul corpo e prove estreme di forza e resistenza. L'addestramento gioca un ruolo fondamentale nella preparazione al volo. Anche la persona più atletica troverà difficile sopportare tutte le prove che gli astronauti affrontano ogni giorno. Tuttavia, è possibile avvicinarsi ai loro parametri ideali.

Chi prendono come astronauti?

Oggi non è affatto necessario essere una copia esatta del leggendario Yuri Gagarin. In Unione Sovietica il futuro cosmonauta doveva essere un membro del partito, avere esperienza di pilota militare e non essere più alto di 170 cm, inoltre il candidato doveva avere il titolo di maestro dello sport e possedere una buona forma fisica. I requisiti sono cambiati molto da allora e sono diventati più fedeli. Gli astronauti hanno anche limitazioni di altezza e peso, ma ora sono diventati molto più alti (fino a 190 cm). La State Corporation Roscosmos ha pubblicato sul suo sito web un elenco di requisiti per coloro che desiderano entrare a far parte dei ranghi dei conquistatori dell'universo:

  • Cittadinanza russa (doppia cittadinanza vietata);
  • uomini e donne sotto i 35 anni;
  • conoscenza dell'inglese;
  • istruzione superiore in ingegneria, scienze o volo;
  • buona forma fisica e nessuna malattia cronica;
  • resistenza allo stress.

Dal 2012, nella Federazione Russa si sono tenute iscrizioni aperte, il che significa che non solo i piloti militari e i dipendenti dell'industria missilistica e spaziale hanno la possibilità di diventare un astronauta. Sebbene l'ingegneria e il volo siano ancora una priorità.

Allenamento fisico generale degli astronauti

I muscoli enormi non giocano un ruolo importante nella forma fisica di un astronauta. Deve essere forte, agile e resiliente per sentirsi a suo agio in assenza di gravità. Pertanto, la maggior parte dell'allenamento coinvolge molti sport per migliorare questi indicatori. Tra questi ci sono atletica, nuoto, paracadutismo, immersioni, ginnastica e sci.

In palestra, gli astronauti trascorrono due ore tre volte alla settimana, concentrandosi sull'allenamento multifunzionale. Gli esercizi con il ferro vengono eseguiti principalmente con un peso leggero per mantenere i muscoli tonici. Per ricevere il punteggio più alto per la preparazione atletica, un candidato astronauta di età inferiore ai 35 anni deve soddisfare i seguenti standard:

  • 3 km di corsa - non più di 12 minuti e 20 secondi
  • nuota per 800 m stile libero - non più di 19 minuti
  • Pista da sci di 5 km - non più di 24 minuti
  • pull-up - 14 volte
  • correre per 100 metri - non più di 13,2 secondikunda
  • Salto in lungo - non meno di 2,5 metri
  • immersioni sott'acqua - almeno 25 metri.

Gli standard sembrano abbastanza fattibili. Forse alcuni di voi vogliono persino mettere alla prova la propria forza e passare attraverso la prima fase di selezione. Ma questi corsi di formazione sono solo una piccola parte della preparazione a lungo termine che gli astronauti devono affrontare prima di volare.

Prove ultraterrene. Come si allenano gli astronauti

Metti insieme il tuo addestramento: costruttore di esercizi per uomini

Allenamento funzionale circolare a casa.

Prove ultraterrene. Come si allenano gli astronauti

Esperimento. Come ho provato 4 sport in una settimana

Come andare in una nuova palestra ogni giorno con un abbonamento. Esperienza personale.

Test in una camera di isolamento

Lo spazio affascina le persone con il suo mistero. Tuttavia, molte persone dimenticano che questo è lo spazio più inesplorato, dove regnano l'oscurità e il silenzio spaventoso. Questo è il motivo per cui i cosmonauti si allenano in una camera di isolamento.

Una camera di isolamento è una speciale stanza sigillata con una debole illuminazione artificiale e pareti insonorizzate.

Il dispositivo consente di creare le condizioni più vicine possibili per isolare una persona dal mondo esterno e controllare il suo stato psicologico. Come parte dell'addestramento spaziale generale, il candidato dovrebbe trascorrere circa tre giorni in esso. Di questi, 48 ore sono in attività continua, cioè assolutamente senza sonno. La vita nell'apparato non è diversa dalla vita di tutti i giorni. Anche gli astronauti continuano a lavorare, cercando di adattarsi al loro nuovo ambiente. Come sottolineano gli psicologi, anche se all'inizio ti sembra di essere vivibile, paziente e socialmente adattato, due giorni di veglia forzata strapperanno tutte le maschere.

Simulazione di spazio aperto

La parte più interessante del lavoro dei cosmonauti è la passeggiata nello spazio. Allo stesso tempo, è anche il più spaventoso. L'esplorazione nello spazio esterno è pericolosa per molte ragioni diverse. Vuoto profondo, temperature estreme da meno 150 ° C a più 150 ° C, radiazioni solari, probabilità di collisione con detriti spaziali o micrometeoriti. Puoi provare a fondo le imminenti operazioni sulla Terra nella Città delle Stelle, dove si trova l'Hydrolaboratory.

In un'enorme piscina su una piattaforma mobile, è installato un modello del modulo della stazione orbitale. Certo, il movimento in acqua per qualsiasi persona è abbastanza difficile. Gli astronauti devono affrontare questo difficile compito anche in piena uniforme, indossando una tuta spaziale, il cui peso medio è di circa 110 kg. Quando sono immersi nella piscina, gli astronauti sperimentano la cosiddetta idro-assenza di gravità. Un gruppo di subacquei supervisiona costantemente l'addestramento. Aiutano a far fronte al peso della tuta e si assicurano che nessuno galleggi in superficie. Naturalmente, tale lavoro richiede un fisico specialepreparazione.

Addestramento sugli apparati vestibolari - imitazione del sovraccarico

La fase finale della preparazione dei futuri cosmonauti per il volo è l'addestramento in una centrifuga.

Centrifuge è un'installazione speciale che assomiglia a un'enorme giostra e ruota a una velocità fino a 70 giri / min.

Il centro di addestramento cosmonauti principale ha due veicoli a sua disposizione: TsF-7 e TsF-18. L'ultima centrifuga è in grado di raccogliere una capacità di sovraccarico di 30 unità. Questo indicatore è incompatibile con la vita. Attualmente, gli astronauti si stanno allenando con un sovraccarico di 8 unità. Tuttavia, nel periodo sovietico, i requisiti erano più severi: il sovraccarico raggiungeva le 12 unità. È difficile persino immaginare ciò che una persona sperimenta durante tali attività. Durante l'addestramento alla centrifuga, le persone scarsamente preparate possono perdere non solo il contenuto dello stomaco, ma anche la coscienza.

Ci sono molti altri modi per sviluppare il tuo apparato vestibolare. Uno di questi è la sedia Barani. È una sedia girevole su cui l'astronauta è attorcigliato in una direzione o nell'altra. Tali metodi non possono essere paragonati alle montagne russe e ai parchi di divertimento.

Sport nello spazio

Alla stazione spaziale, gli astronauti devono fare esercizio per almeno due ore al giorno. Un'ora - di corsa, un'altra ora - in bicicletta o lezioni su un simulatore di forza. Per esercitarti sul tapis roulant, devi assolutamente sistemarti con cinghie speciali, altrimenti toccherai semplicemente le gambe in aria. Le associazioni aiutano a ottenere un effetto simile all'addestramento sulla Terra.

Per l'addestramento, gli astronauti in Nel segmento americano, usano un trasformatore di potenza che è adattato per diversi tipi di esercizi contemporaneamente: press, deadlift e squat. È necessario essere costantemente in movimento, altrimenti i muscoli inizieranno a esaurirsi.

Eroe della Russia, il pilota-cosmonauta Sergei Ryazansky parla della sua vita sulla ISS:

Curiosità: dopo un intenso allenamento, gli astronauti vogliono sicuramente fare la doccia. Sfortunatamente, questo non può essere fatto, dal momento che semplicemente non esiste alla stazione. C'è sapone, shampoo e un asciugamano imbevuto di acqua calda. Questo asciugamano sostituisce il bagno.
Prove ultraterrene. Come si allenano gli astronauti

Il punto di vista scientifico: perché lo sport non ti aiuta a perdere peso?

Cosa ci vuole la nostra energia? Esperimenti e teorie insolite di scienziati, applicabili nella vita di tutti i giorni.

Riabilitazionecosmonauti dopo il ritorno sulla Terra

Il ritorno sulla Terra dopo un lungo soggiorno nello spazio è un evento molto eccitante per qualsiasi astronauta. Tuttavia, è estremamente difficile per loro toccare la loro erba nativa. Nelle prime ore dopo l'atterraggio, gli astronauti difficilmente camminano, quindi ci sono sempre medici con sedie a rotelle vicino alla navicella.

I cosmonauti subiscono una riabilitazione a lungo termine, tornando gradualmente alla normale vita terrena. Per diversi mesi, sotto l'attenta supervisione di specialisti, ripristinano la circolazione sanguigna nei muscoli, stabiliscono il sistema vestibolare.

Il sogno di diventare un astronauta aleggiava nella mente di molte persone, ma pochi sono riusciti a realizzarlo. Puoi cimentarti in alcuni allenamenti fisici generali. Tuttavia, per essere un vero astronauta, devi prepararti a questo fin dai primi anni.

Prove ultraterrene. Come si allenano gli astronauti

Riposo, che è indispensabile. Perché hai bisogno di un allenamento per il recupero?

Qualunque sia l'obiettivo, è improbabile che tu possa ottenere il risultato desiderato senza di esso.

Prove ultraterrene. Come si allenano gli astronauti

Come si addestrano le forze speciali russe? Non tutti possono gestire questo programma

Allenamento del circuito infernale che aiuta i combattenti a sviluppare la resistenza.

Dentro la 'centrifuga' prima del lancio nello spazio...

Messaggio precedente Cheat meal di 100 giorni. È possibile perdere peso con gelato e alcol
Post successivo Martin Ford: posso oscillare fino a £ 500, ma qual è il punto?