Cosa SUCCEDERA' DOPO il CORONAVIRUS?

Cosa succederà al turismo dopo la pandemia? Risposte di esperti

Certo, ci siamo già seduti a casa e abbiamo aspettato l'apertura delle frontiere e l'opportunità di riprendere un viaggio. Nel frattempo, passiamo il resto della settimana in autoisolamento, abbiamo parlato con il direttore dell'agenzia di viaggi Laguna Tour Dmitry Anpilogov di cosa ci aspetta dopo la fine della pandemia e quale direzione scegliere per il primo viaggio dopo una lunga pausa.

Come vanno le cose nel settore del turismo adesso? Sembra che il disgelo stia arrivando.

Non c'è turismo in quanto tale ora. Da metà marzo è stato introdotto il divieto di qualsiasi attività delle compagnie di viaggio, quindi sono in attesa di un graduale ritorno. È difficile fare previsioni nella situazione attuale. In alcuni punti il ​​disgelo si fa davvero sentire. Nella Repubblica Ceca, infatti, tutte le restrizioni sono già state rimosse, hotel e compagnie aeree stanno iniziando a funzionare. La Turchia si sta inoltre preparando attivamente per l'inizio della stagione turistica, che prevede di iniziare a giugno. Per quanto riguarda la Russia, ora siamo al secondo posto in termini di numero di casi. Se altri paesi lasceranno entrare i russi è una grande domanda. E le nostre autorità ci rilasceranno in altri paesi?

Cosa succederà al turismo dopo la pandemia? Risposte di esperti

Foto: istockphoto.com

Nuovi requisiti per lo screening

Dopo l'attacco terroristico dell'11 settembre, sono stati introdotti requisiti severi in tutti gli aeroporti del mondo, tra cui una ricerca approfondita e il divieto di portare forniture per manicure e liquidi nel salone. È stata una novità per le persone, tuttavia, tutti gli aeroporti del mondo sono passati a nuove regole operative. A causa della pandemia, sono previsti cambiamenti anche nel prossimo futuro. Forse verranno creati test rapidi per l'infezione.

Dobbiamo aspettarci aumenti di prezzo dopo una pandemia?

Gli esperti assicurano che ci saranno aumenti di prezzo. I requisiti per hotel e sanatori sono diventati più severi. Le persone devono essere popolate in stanze una alla volta, in modo che quella vicina sia vuota. Nei ristoranti, solo una persona dovrebbe sedersi a tavola, sono necessarie la sanificazione e un alto contenuto di cloro nelle piscine. E in caso di morbilità, la struttura ricettiva si trasforma in un osservatorio. La domanda sorge spontanea: quanto dovrebbe costare tutto? E le persone vorrebbero rischiare così tanto la loro salute per i loro soldi?

Cosa succederà al turismo dopo la pandemia? Risposte di esperti

Foto: istockphoto.com

Cosa dovrebbero fare coloro che hanno già acquistato i tour?

L'estate è stata prenotata molto attivamente durante i mesi invernali. Buoni prezzi, promozioni, il sistema di prenotazione anticipata ha funzionato e poi quello che è successo è successo. Di conseguenza, i turisti hanno pagato denaro ai tour operator e, a loro volta, hanno pagato alle parti ospitanti e alle compagnie aeree. Purtroppo non è ancora possibile ottenere un rimborso dopo la cancellazione del viaggio. I clienti hanno la possibilità di usufruire degli stessi tour dopo la fine della pandemia o di riprenotarli in nuove destinazioni.

Ma c'è anche un momento positivo: chi ha acquistato i tour in inverno ha pagato a un prezzo favorevole. E tutti i fondi delle compagnie per il pagamento dei tour all'estero sono tenuti in valuta estera. Di conseguenza, il viaggio futuro sarà molto redditizio.lei.

Le agenzie di viaggio stanno chiudendo?

Ora le agenzie di viaggio non hanno il diritto di chiudere, è stata introdotta una moratoria sul fallimento. Da marzo molte delle aziende sono state costrette a effettuare trasferimenti gratuitamente. A proposito, vale la pena notare che la stragrande maggioranza dei turisti si comporta con comprensione, persino con simpatia.

I paesi non possono aprire i propri confini nel 2020?

Ogni paese agisce in modo diverso in dipende dalla situazione. Si scopre che ci sono due poli: ci sono quegli stati che il coronavirus ha bypassato o con conseguenze minime, e quelli che hanno sofferto molto. Entrambi hanno paura l'uno dell'altro. Tuttavia, la Repubblica ceca, il Montenegro, la Turchia e la Spagna affermano che apriranno le loro frontiere nel prossimo futuro. Ovviamente con misure di sicurezza più rigorose. Le intenzioni degli altri sono ancora sconosciute.

Cosa succederà al turismo dopo la pandemia? Risposte di esperti

Foto: istockphoto.com

I visti verranno estesi ?

Molti paesi, principalmente dell'area Schengen, hanno affermato che per i turisti che hanno già rilasciato i visti e non possono usufruirne, i termini verranno estesi per il prossimo viaggio. Ma questo non si applica a tutti i paesi.

Dove voleranno i russi dopo l'autoisolamento?

Naturalmente, è previsto un aumento delle prenotazioni dopo l'apertura delle frontiere. Un'altra domanda è che molti stanno già perdendo la motivazione e la voglia di viaggiare, perché la crisi economica non è lontana. Ed è possibile che il turismo di massa non sarà più così massiccio.

Cosa succederà al turismo dopo la pandemia? Risposte di esperti

Dove andare finché i confini non saranno aperti? 13 idee per viaggiare in Russia

Al mare, in montagna o oltre l'estremo: dipende da te.

Sviluppo del turismo interno

Attualmente, i turisti vogliono andare ovunque, ma ora non possono andare da nessuna parte. Pertanto, quando le restrizioni saranno tolte, inizierà prima di tutto lo sviluppo del turismo interno. Il primo a rimuovere le restrizioni sui viaggi in tutto il paese. Prima di tutto, le persone andranno sulla costa del Mar Nero e poi in altre regioni. Scopriamo come appare il nostro grande paese.

IL FUTURO DELLA SCUOLA: QUALI PRIORITA'? Insegnanti in dialogo con Michele De Beni

Messaggio precedente Raggiungi la fine dei Mondiali 2018: 5 eventi in cui stai già aspettando
Post successivo Dove andare fino all'apertura dei confini? 13 idee per viaggiare in Russia